Sicurezza

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da 330tr » 13/10/2015, 17:10

Però bisogna dirsi le cose come stanno: è puramente una questione estetica. Ci sono solo vantaggi ad avere ulteriori protezioni per la testa del pilota. Ne abbiamo già discusso: nessuno alza questioni sul cupolino nei prototipi..quello da F1 sarebbe ancor più efficace, visto l'eventuale sganciamento automatico.
Insomma: bello o brutto, mi piace o non mi piace.
A tutti quelli che dicevano che la F1 è pura innovazione e chissenefrega delle sovrastrutture..
Ps: io sono il primo, il paladino extreme dell'estetica, come già dissi. Se le cose son brutte creano disgusto, ribrezzo, disaffezione.
In questo caso non ho un'opinione. Non so se l'estetica migliorerebbe, coi cupolini..anche se certi render sembravano estremamente belli..ma i disegni sono una cosa, la realtà è un'altra (chi si occupa di architettura lo sa bene).
E per quanto riguarda l'altra obiezione, la tradizione..qui divento un fanatico estremista e urlo "f****lo la tradizione!" L'auto è futurista! (E di nuovo: cupolini se ne son già visti..obiezione respinta)
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Niki » 13/10/2015, 17:29

Concordo totalmente. TI correggo solo in una cosa: non è una questione estetica ma di principio. L'auto di formula 1 è quella aperta per eccellenza.
Allora, con lo stesso metro di giudizio. non dovrebbero neanche cambiare circuiti, tipologia delle gare, ecc. ecc.
Tutte balle.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da Baldi » 29/10/2015, 9:58

Copio la lista (forse incompleta) dei vari provvedimenti ed accorgimenti che vennero introdotti in F1 successivamente alla morte di Roland Ratzenberger e Ayrton Senna nel 1994.


La FIA prese a introdurre con efficacia praticamente immediata e probabilmente spinta anche dall'emotività e dal panico, una serie di regole nel tentativo di ridurre sensibilmente prestazioni e instabilità delle monoposto e di cancellare per quanto possibile punti pericolosi nei circuiti (con pesi e misure molto variegate).



Ricordiamo la castrazione di certi circuiti; oltre a Monza segnalerei soprattutto la stessa Imola e ancora di più Estoril.

Ricordiamo l'altezza da terra e il pattino sottoscocca

Ricordiamo lo sfiato del cassoncino d'aspirazione (che ognuno poi prese nelle maniere più disparate ed... inefficaci per preservare la potenza)

Ricordiamo le protezioni ai lati dell'abitacolo

Ricordiamo l'aumento ulteriore e protratto nel tempo, dei livelli di resistenza dei telai

Ricordiamo la rivitazione delle vie di fuga secondo nuovi parametri

Ricordiamo le modifiche ai caschi con il miglioramento del punto incriminato di giunzione tra calotta e visiera
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da 330tr » 29/10/2015, 11:07

Studi su nuove protezioni al posto delle gomme, riduzione della cilindrata, studi sulla protezione del collo e applicazione dell'hans..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 15/11/2015, 16:35

Immagine
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Baldi » 16/11/2015, 13:30

Indipendentemente dal fatto del "se" la F1 debba o meno avere abitacoli aperti (questione concettuale soprattutto), trovo che qualsiasi tipo di struttura protettiva "aperta" ipotizzata sia una bruttura estetica incredibile.
...un muso a scalino fa quasi più bella figura.

Se dovessi scegliere, a questo punto preferisco un cupolino
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da 330tr » 26/11/2015, 23:02

L'immagine sopra è abbastanza inquietante..quegli archetti tra l'altro sono completamente inutili: troppo fragili, addirittura pericolosi (oltre a non capire come entra o esce il pilota). Sulla parte estetica sono perplesso ma affascinato..sembra, chessò un incrocio tra una roba barocca, un marchingegno art decò e la "00" delle Wacky Races..bah. Tanto una roba simile non la faranno mai.
Invece negli States si muovono. Traduco con l'aiuto del sig. Google dal sito
http://neurope.eu/wires/indycar-adds-additional-tethers-to-reduce-crash-debris-improve-safety-in-2016/

Tre mesi dopo la morte di Justin Wilson a Pocono Raceway, la IndyCar sta prendendo misure per ridurre i detriti in caso di incidente e migliorare la sicurezza.
La serie a ruote scoperte ha annunciato martedì che "legherà" le sue componenti aerodinamiche per l'inizio la prossima stagione. Ci si aspetta che le legature ad alta resistenza minimizzino la possibilità durante gli incidenti che i detriti colpiscano spettatori e piloti nei loro cockpit aperti.
"Si tratta di un obiettivo continuo per migliorare la sicurezza per tutti i partecipanti, tifosi e piloti allo stesso modo", ha detto Will Phillips, vicepresidente della tecnologia IndyCar. "Abbiamo anche bisogno di fare questo in un modo che non si creino più bandiere gialle e cercare di evitare il più possibile i detriti".
La scorsa stagione si è aperta con la preoccupazione di creazione di detriti dal nuovo, più fragile telaio (??) in modo che i funzionari della serie istruirono Honda e Chevrolet per progettare gli aggiornamenti strutturali alle auto. Dopo tre vetture cappottate, in prove prima della 500 Miglia di Indianapolis, i funzionari della serie hanno diminuito le potenze, e un cambiamento di materiali è stato fatto dopo che James Hinchcliffe sostenne ferite gravissime quando un pezzo di sospensione rotto gli trafisse la gamba sinistra a Indy.
Nel mese di agosto, Wilson è stato ferito a morte a Pocono dopo essere stato colpito alla testa da un pezzo di detriti da un'altra vettura, e l'IndyCar è stata costretta a rimescolare di nuovo le carte. Cupolini per auto sono state discusse per anni come un modo per evitare i detriti, ma presentano altri problemi di sicurezza.
Secondo le modifiche annunciate martedì, l'ala posteriore e i paracolpi antidecollo posteriori saranno "legati" per tutti gli eventi IndyCar e il musetto della vettura dovrà essere essere legato nei superspeedways. Dallara ha anche progettato un sistema di legatura per il piano principale dell'ala anteriore per i tre superspeedways in programma 2016 - Indianapolis, Texas e Pocono.
Altri miglioramenti di sicurezza per il 2016 comprendono una piastra protettiva sulla parte inferiore del telaio, parte di un pacchetto che dovrebbe ridurre la possibilità di una macchina di decollare.


Completo e approfondisco i sistemi di sicurezza da:http://motorsports.nbcsports.com/2015/11/24/indycar-confirms-additional-car-tethers-among-other-2016-safety-enhancements/

-Una piastra protettiva a cupola sulla parte inferiore del telaio, che migliora le caratteristiche di imbardata / di spin, integrerà ipersostentatori alari posteriori (tradotto in automatico..lo lascio perchè termine aulico, bellissimo!) implementabili a 90 gradi, se una macchina va in testacoda e procede all'indietro su un Superspeedway. Il pacchetto minimizza la tendenza della vettura a decollare. Gli ipersostentatori alari posteriori sono stati testati nella galleria del vento della General Motors e Texas A & M University. I componenti sono programmati per essere disponibili per il test 6 aprile al 2,5 miglia di Indianapolis Motor Speedway ovale.
-Un aggiornamento per l'unità di controllo motore (ECU) impedisce alla vettura di muoversi durante un pit stop, se il cambio non è in folle, mentre il tubo del carburante è collegato. Attraverso la centralina, il sensore di attivazione della sonda carburante può fermare la macchina con il ritorno del motore al minimo e di inserire la frizione se l'auto non è in folle quando la sonda combustibile è collegata.
-Un altro aggiornamento ECU mette il motore in folle se troppa pressione viene applicata al pedale dell'acceleratore o del freno. Il pedale dell'acceleratore entrerà in regime di sicurezza e metterà al minimo il motore quando la pressione applicata dal cavo del gas o del pedale del freno supera una soglia calibrata.
(Questa non l'ho capita...)
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 02/12/2015, 0:18

Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 04/01/2016, 5:43

Un bel documento, credo del '73, sulla sicurezza dopo l'incidente di Williamson, con interviste tra gli altri a Purley e Hulme. Notevole l'impacciata sfacciataggine del responsabile di Zandvoort, e interessanti le prove per contrastare il nemico n.1, il fuoco

https://youtu.be/ZHgkvM8pC7U
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 21/03/2016, 20:58

Due F1 con cupolino sperimentate nel passato:

Vanwall, Monza, 1958
Immagine

Immagine

Brabham, Monza, 1967

Immagine

Immagine
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4262
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da bschenker » 21/03/2016, 21:51

Questi ultimi esempi hanno assolutamente niente da fare con la sicureza. Si voleva aumentare la velocita.
Credo che in corsa non sono stati usati per problemi di visualita. Che i tantativi si ripetevano con il tempo sara anche l'idea che con i materiali nuovi di risolvere i problemi.

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Baldi » 01/04/2016, 12:26

Ecco la versione Red Bull di Halo.

Questo appare più bello indubbiamente.
Immagine
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10516
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Jackie_83 » 01/04/2016, 12:31

Questo sì, però la presenza di vetro o plexiglass comporterà giocoforza anche l'uso di tergicristalli (immaginate il caos con olio e/o pioggia)

Inviato dal mio ASUS_Z00ED utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7173
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da bschenker » 01/04/2016, 14:24

Helmuth Marko nel TV Servus un 10 giorni fa, presentando la soluzione (naturalmente per lui e la migliore possibile) dice che contro olio o altri componenti che possano disturbare la vista e previsto l'applicazione di una pellicola (tipo visiera) e in caso la vettura entra in box per togliere il strato.

Anche se primo Aprile i concorenti dovrano pensare a un componente di difesa contro un attaco (tipo pistola d'acqua pero usando olio o roba peggiore).

.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2032
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da groovestar » 01/04/2016, 16:33

E' esattamente l'idea che in tempi non sospetti proponevo come soluzione migliore dal punto di vista estetico e funzionale.

Secondo me il problema tergicristali è superabile, dato che sarebbe esattamente la stessa situazione che si profila per la sporcizia sul casco.
Magari si potrebbe adottare una soluzione simile a quella usata per le telecamere, anche se certamente sarebbe una bella sfida.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7579
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 6 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 6 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti