RALLY TROPHY

Files, help, informazioni su qualsiasi simulatore

da sundance76 » 13/07/2009, 13:15

Ragazzi, qualcuno di voi conosce e ha mai giocato con "Rally Trophy"? E' una simulazione da rally della JoWood, anno 2001, ambientata a cavallo del '70, ci sono macchine mitiche come:
le Mini Cooper, le Saab 96, le Lancia Fulvia HF ma anche la mitica Stratos, la Ford Escort TC e Anglia, la Alpine A110, le Volvo, le Opel, l'Alfa, persino le Fiat 600 Abarth...

Altro che servosterzo e servofreno, niente elettronica: per farle "andare" c'è da sudare.

5 rally: Russia, Kenya, Finlandia, Svezia, Svizzera.

Modalità principali sono:
- la p.s. singola
- il rally singolo
- il Campionato Mondiale.

Oppure c'è la modalità arcade con lotta diretta in circuito.

Per sbloccare subito tutti i percorsi e le auto, iscrivetevi a un rally singolo col nome "KALJAKOPPA".

Avrete così 11 auto "normali", più le loro 11 gemelle "ufficiali", nel senso che queste ultime sono auto della Casa, potenziate e con livree ufficiali.

Ecco l'intro:

http://www.youtube.com/watch?v=fDchoJ4K-zc...feature=related
Ultima modifica di sundance76 il 04/07/2010, 17:44, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da duvel » 13/07/2009, 14:11

Bello, lo presi anni fa e oltre alla bella grafica, tracciati e vetture interessanti godeva di una certa guidabilità, anche per le scarpe come me...
Poi lo regalai a mio nipote che va molto meglio del sottoscritto >:(
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2118
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Uitko » 13/07/2009, 14:43

Conoscere lo conosco e l'ho guidato per qualhe tempo all'epoca, ormai è fuori tempo come tecnlogia ed è stato superato da RBR che ancora mantiene lo scettro di best rally sim  :thumbup1:
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5049
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da sundance76 » 13/07/2009, 17:23

[quote="Uitko"]
Conoscere lo conosco e l'ho guidato per qualhe tempo all'epoca, ormai è fuori tempo come tecnlogia ed è stato superato da RBR che ancora mantiene lo scettro di best rally sim  :thumbup1:
[/quote]

Certo, ovviamente è stato superato da concorrenti più recenti, tuttavia la fisica del gioco è abbastanza buona ed è molto realistica, rispetto a tanti arcade.
RBR è centrato sulle WRC di oggi, invece "Rally Trophy" è incentrato su quelle mitiche auto del '70.

Con la Fulvia HF io vinco il campionato, e vinco i rally di Russia, Kenya, Svezia e Svizzera, ma invece in Finlandia vengo randellato: non riesco ad andare oltre il sesto posto (se va bene..).

Nessuno faceva meglio in Finlandia?

La Fulvietta la si può guidare con la tastiera, ma per le posteriori potenti (Escort, Stratos, Alpine) ci vuole il volante. Se si prova con la tastiera, ci si brucia solo il cervello. Però deve essere bellissimo guidare l'Escort o la Stratos....
Ultima modifica di sundance76 il 13/07/2009, 17:27, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 04/07/2010, 17:30

Dopo un anno, ho ripreso "Rally Trophy" e ho fatto una gara intera.

Modalità Expert.

Ho scelto il Safari in Kenya.

Tre tappe di 2 p.s. ciascuna, quindi un totale di sei prove speciali cronometrate.

Scelgo sempre la mia piccola ma fidata Lancia Fulvia Coupè HF ufficiale, circa 175 CV.

Trazione anteriore con motore sbilanciato oltre l'asse anteriore: un sottosterzo del diavolo, bisogna remare con forza per farla sterzare, ma almeno è prevedibile nelle reazioni.

Ha poca potenza rispetto ai cavalli delle Stratos (250) e delle Escort (230), ma con un pò di impegno le può battere  :)  

Prima della partenza studio le prime 2 p.s. e mi sono ricordato gli stratagemmi per le gomme.

Siccome la prima PS è per il 55% su fango e 45% su terra, il default mi da ovviamente gomme per il fango, ma attenzione: le riparazioni e le variazioni di gomme e assetto le puoi fare solo ogni due prove.

Ma la seconda ps è interamente su terra rossa. Quindi partendo con le gomme di default sarei  svantaggiato sulla seconda ps che è anche lunga.

Queste cose le capii solo dopo aver fatto numerose prove su ogni singola ps (dove l'AI ti mette sempre le gomme giuste per quella singola PS), e confrontando quei tempi con quelli di una gara intera, dove non riesci a eguagliarli. Quindi mi chiedevo il perchè, e poi scoprii l'inghippo.

Comunque, parto con le gomme che mi permetteranno migliore aderenza per metà della prima ps e tutta la seconda, quindi tre quarti di tappa.

Infatti: vinco la prima prova con circa dieci secondi di vantaggio, nonostante le gomme non ideali.
Poi stravinco la seconda prova con quasi venti secondi sul primo avversario, una Stratos.

Chiudo quindi la prima tappa con un vantaggio di mezzo minuto sulla Stratos. Ottimo.

La macchina non ha quasi un graffio, è solo sporca, quindi ho tempo a sufficienza per manutenzionare il cambio e cambiare le gomme mettendo quelle per il fango.

La seconda tappa è più difficile, ha due p.s., una in orario serale con nuvole e pioggia, prevalenza di fango con tratti di savana.

Ma il peggio è l'altra prova, che è la più insidiosa perchè è a notte fonda, non si vede quasi nulla e il cono di luce dei fari è limitato. Basta un piccolo errore e sbatti, e se sbatti, i fari vanno k.o. e rimani al buio completo, schermo nero. Sei condannato al ritiro.

Guido circospetto nella prova serale, cielo scuro, pioggia, ma la vinco, seppur con soli due secondi.

Poi mi lancio nella notte africana. Ho più di 30" sugli altri. Dovrei essere tranquillo.

Cerco di non strafare, vado prudente nel buio, ma perdo subito manciate di secondi, faccio pure un fuori pista ma grazie al Cielo non rovino entrambi i fari e posso continuare, ma il vantaggio si scioglie, dannazione.

Pensavo che quel mezzo minuto abbondante, faticosamente guadagnato in 3 prove, fosse sufficiente, e invece lo perdo quasi tutto. Il mio crono nella p.s. è fra i peggiori del fondo classifica.

A fine prova, in classifica generale ho solo un secondo di vantaggio, praticamente niente.

Il rally ricomincia sostanzialmente da capo, con la tappa finale da disputare: altre due prove speciali, di nuovo con la luce del giorno.

Rimetto in sesto la vettura, cambio le gomme perchè le ultime due p.s. ripropongono quasi lo scenario della prima tappa, con prevalenza di allunghi su sterrato di terra rossa ma con vari attraversamenti di savana verde (un pò di fanghiglia) con alberi e vegetazione fitta, dove se esci ti schianti contro enormi alberi.

Vado forte nella penultima prova, sto attento ai ponti (sempre presenti in ogni p.s.), mi avvantaggio sulle piste sterrate veloci.
Vinco la prova, e riporto il mio vantaggio a circa 13", bene così.

C'è solo l'ultima prova, se non faccio cappellate vinco facile.

Ma ecco, detto fatto e combino guai.
Dopo un allungo, la strada scende leggermente, io ritardo la leggera sterzata e mi trovo su un terrapieno laterale alla pista, non rompo niente ma devo ridiscendere sul sentiero di gara, c'è una ripida parete dove decido di scendere e nel farlo tocco con lo spigolo anteriore destro, sento il vetro dei fari che vanno in pezzi, ma non me ne frega, per fortuna i danni sono limitati.

Càlmati, mi dico, non fare caz.zate, ma intanto devo tenermi concentrato sulle piste sterrate che non vanno mai diritte, e talvolta la voce del navigatore arriva un attimo troppo in ritardo, tutte insidie che possono costare care. Una sola ruota su una gobbetta fuori dal sentiero e la macchina può anche ribaltarsi..

Seconda cappellata: durante l'ingresso di uno dei tratti di vegetazione nella savana, vado in sottosterzo (ho le gomme da sterrato e sto su fanghiglia mista di piante) e la Fulvietta sbatte di muso contro una grossa pianta.

Il muso è distrutto, ma l'auto cammina ancora, cerco di non pensare ai km mancanti, vado come un pazzo, cerco di ragionare, però l'auto è messa male.

Per incoraggiarmi mi dico: sui tratti sterrati ho le gomme giuste, posso ancora giocarmela, e all'inizio avevo quei dannati 13".

Ma il cofano anteriore tende a alzarsi, facendomi perdere velocità. Giocoforza il motore non è più al massimo, il radiatore è completamente spezzato.

Gli intertempi mi danno in ritardo di circa nove secondi sul più veloce, ma posso ancora farcela. Non devo perdere più di tredici secondi, dannazione, e posso vincere anche se solo per un pelo.

La macchina sembra un rottame (lo è), il cofano si muove e sull'anteriore c'è la sagoma dell'albero, sembra una scatola di fiammiferi accartocciata.

Il vetro del parabrezza è pieno di crepe, una ragnatela di frammenti azzurri, che rendono difficoltosa la vista del sentiero.

Ma poi vedo che gli intertempi mi danno ragione, gli ultimi km della prova sono di sterrato veloce e la Fulvietta fila coi suoi pneumatici da terra.

Al traguardo sono ancora il più veloce, mi pare per circa 4 secondi. E' fatta!!! Ma quanta fatica...

La vittoria al Safari è mia, quella vittoria che il "Drago", Sandro Munari, non riuscì mai a ottenere inseguendola per anni con la mia stessa Fulvia, poi la Stratos, la 131, la Dodge, la Porsche, l'Alfetta e infine la Toyota Celica.
Ultima modifica di sundance76 il 05/01/2013, 21:43, modificato 1 volta in totale.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 24/12/2012, 17:33

Dopo qualche anno, ho ancora ripreso questo gioco perchè mi era venuta la voglia di provare a vincere una gara con qualche macchina diversa dalla Fulvia, ma soprattutto di provarci con una "piccola", quindi sulla carta ancor più svantaggiata rispetto alle strapotenti Stratos, Escort e Alpine.

Ho scelto la piccola Saab 96 V4, ovviamente quella della Casa, con 135 CV anzichè i 120 della versione "normale".

Ma molte altre macchine sono più potenti: Stratos, Escort, Fulvia, Alpine, Giulia GTA...

Il motore della Saab sembra un aspirapolvere, ma nella realtà riuscì a vincere diverse gare grazie ai manici di gente come Blomqvist o Eklund, soprattutto nel loro rally nazionale, in Svezia.

Blomqvist nel '71 fece una stagione eccezionale: vittorie in Svezia, al Mille Laghi e al RAC.

"Ispirato" da queste imprese, ho partecipato al rally Safari in Kenya, stessa gara di quella che vi raccontai due anni fa (qualche post più su).

La macchina ha sospensioni un pò troppo nervose, poi ovviamente è molto sottosterzante e questo può indurre in errore quando tenti di recuperare al limite, con piante e roccia all'esterno della curva.

Ho fatto una prima gara di "allenamento". Nella prima tappa (due PS) sono riuscito ad andare bene nonostante la scarsa potenza, ma ho fatto un errore con testacoda che mi è costato almeno una dozzina di secondi.

Ma nella seconda tappa ho beccato molti secondi, una ps era sotto la pioggia e l'altra con fango mista a terra veloce.

Nella terza e ultima tappa sono andato a livello dei migliori, ma una toccata mi ha fatto perdere qualche altro secondo.

A fine gara sono arrivato 2° a una decina di secondi dal primo, e questo mi ha fatto pensare che potevo vincere.

Di sicuro la tappa chiave è la seconda. Bisogna cercare di non prendere legnate lì. E ovviamente non fare più errori dando "craniate" in qualche pianta secolare ai margini della savana.

Ho ricominciato la gara, ho preso solo qualche secondo nella prima ps, poi ho vinto nettamente la seconda e sono andato in testa al rally.

Al momento di preparare la seconda tappa, ho modificato le gomme: invece di tenere quelle da terra o da fango, ho scelto quelle espressamente da bagnato.

E' stata la scelta giusta: nella terza ps, con pioggia, ho fatto il miglior tempo, e nella quarta (in notturna) ho preso solo qualche secondo di distacco, ma ero ancora in testa al rally.

Mancava l'ultima tappa con le sue due prove. Ho rimontato le gomme da terra (i tre quarti della tappa era su terra veloce), e nella quinta prova sono rimasto nei tempi degli avversari, sempre attento a non sbattere in qualche pianta, a non atterrare male sui numerosi dossi, a non mettere le ruote in qualche fosso apparentemente innocuo.

Controllo i tempi a fine prova: ancora 6 secondi di vantaggio. Posso farcela.

Nella sesta e ultima prova, dapprima sono rimasto con intertempi più o meno simili ( o comunque leggermente peggiori) degli avversari, ma l'ultima parte della prova filo come un treno, e faccio lo scratch.

Finale: vinco il rally con 12" di vantaggio.  :thumbup:

Dietro di me? Una Stratos, una Escort, un'Alpine e una Fulvia. La prima delle altre Saab? Quindicesima.  :D

Non sarò come Blomqvist, ma insomma...  :asd:

Immagine
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da sundance76 » 05/01/2013, 21:59

Due "vecchi" documenti da AS.

Una recensione di inizio 2002.....

Immagine

......e un trafiletto di fine 2001:

Immagine
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Pennywise » 05/03/2013, 9:11

boh, mi è venuta voglia. ora lo cerco.
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7103
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da mike_cek » 10/01/2017, 22:18

Sundance, nella prova speciale in notturna se distruggi i fari puoi sempre alzare la luminosità dello schermo, non sarà troppo realistico ma almeno eviti il ritiro.
mike_cek
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 10/04/2005, 23:00
Località: Treviso

da sundance76 » 10/01/2017, 22:26

mike_cek ha scritto:Sundance, nella prova speciale in notturna se distruggi i fari puoi sempre alzare la luminosità dello schermo, non sarà troppo realistico ma almeno eviti il ritiro.


Per quindici anni non ci avevo mai pensato :D
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8471
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia


Torna a Simulazioni

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 0 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 0 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 318 registrato il 02/11/2019, 8:51
  • Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti