Dubbi e Perplessità sulla Tecnica dell'Automobile

GP2 Series, Rally, Nascar, Cart, IRL, Superbike, MotoGP etc etc

da leon_90 » 21/07/2017, 12:52

Ciao a tutti,

oggi leggevo di una particolare Alfa 2300 del '34 dotata di "trazione posteriore con ruota libera". Di cosa si tratta? Cosa vuol dire "con ruota libera"? Ho cercato in rete ma la risposta più plausibile che abbia trovato è che si può disinserire la coppia da uno (o più) mozzi tramite questo sistema. È così?
Spero in una vostra gentile risposta
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da bschenker » 21/07/2017, 16:03

Se come tutti ultimi DKW (Auto Union) 3 cilindri e effetivamente un sistema a ruota libera come sui bici. La trazione riprendeva accelerando.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Baldi » 21/07/2017, 20:18

Acciderbola e perdirindina!!!

Di un dispositivo del genere mi aveva accennato mio papà un sacco di anni fa (ma, sbagliando, mi ccennava ad una Lancia)...
e che il sistema, alla fin fine, non era molto "salutare" per la tenuta di strada perchè in parte era quasi come se si andasse in folle...

sbaglio?

In ogni caso, alla fine della fiera, questo sistema non fu un granchè...
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10051
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da leon_90 » 21/07/2017, 21:24

bschenker ha scritto:Se come tutti ultimi DKW (Auto Union) 3 cilindri e effetivamente un sistema a ruota libera come sui bici. La trazione riprendeva accelerando.


Vuoi dire che in fase di frenata l'auto era sprovvista completamente di trazione? :think:
L'auto in questione aveva una levetta per l'innesto della ruota libera. Vuol dire che quando disinnestata l'auto aveva trazione su di una ruota solamente?

La vettura comunque è una Alfa Romeo 6C 2300 Pinin Farina
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da bschenker » 21/07/2017, 22:15

Praticamente apena non acceleravi cominciava andare in folle e effetivamente sul DKW dovevi usare un trucco per avere trazione durante la frenata, acceleranda leggermente mentre frenavi, era una questione ad imperare a fruttarla in modo giusto. Al DKW 2T permetteva risparmiare sugli piu vecchi miscela, su piu nuovi carburante e olio miscela.

Sapeva che esistevano anche altri, il maestro nella scuola del mestiere si acenava qualcosa, pero per la rarita non si andava negli dettagli. Non vedo che cerano degli problemi applicare un sistema che disinnesta il sistema.

Anche se in funzione contrario e da pensare al sistema del CIAO per pedalare anche se molto semplificato e praticamente neccessario di star fermo per azionarla.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da bschenker » 22/07/2017, 0:18

Visto che era intorno il 1965 che aveva da fare con quel sistema non mi poteva ricordare a tutto. Quardare un puo cera la possibilita ad disinnestare il sistema, con una levetta dietro il volante (non sono sicuro se per tutti visto che si trova fotos senza quella levetta).

Se ha capito giusto ce il Trabant che dovrebe avere stessa sistema. L'altro e il SAAB che basava sul DKW, e dovrebbe aver mantenuto anche quando cominciavano usare il V4 della Ford.

L'altra sembra che ci sono nuovi modelli che usano di nuovo la ruota libera in modo modernizato, ce o previsto prosimamente nel gruppo VW (anche Porsche), pero non so come funziona.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da 330tr » 22/07/2017, 7:18

Pazzesco, non lo sapevo... :shock:
Qui si parla della Rover, per molti anni dotata di ruota libera..
Pare che Volkswagen abbia già da anni riproposto la ruota libera chiamandola DSG coasting function (Passat..non so altre), che veniva (viene?) disinserito premendo il freno.
(che ignoranza.. :oops: )

Chiedo però io una cosa. Si dice che con questo sistema si risparmi benzina. Siamo sicuri?
Ho guidato una Lancia con "econometro"..una sorta di rilevatore istantaneo di consumi. Ricordo perfettamente che in rilascio andava a 0, mentre in folle la lancetta saliva. Ho sempre pensato che mollando il gas la vettura andasse da sé a farfalla chiusa quasi senza impiego di carburante, mentre per tenere il motore al minimo il consumo fosse maggiore. Questa cosa della ruota libera dice esattamente il contrario. Sbaglio io o non ho capito il concetto?
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Baldi » 22/07/2017, 8:22

Baldi ha scritto:Acciderbola e perdirindina!!!

Di un dispositivo del genere mi aveva accennato mio papà un sacco di anni fa (ma, sbagliando, mi ccennava ad una Lancia)...
e che il sistema, alla fin fine, non era molto "salutare" per la tenuta di strada perchè in parte era quasi come se si andasse in folle...

sbaglio?

In ogni caso, alla fine della fiera, questo sistema non fu un granchè...


mio padre non sbagliava, si ricordava bene!

Anche la Lancia Augusta!!!

Naturalmente la nuova Lancia non si distingueva solo per la struttura a scocca portante ma per molte altre sue caratteristiche innovative o poco usuali nella contemporanea produzione europea: il motore con cilindri a V stretto, la sospensione anteriore a ruote indipendenti con molloni elicoidali racchiusi in foderi verticali e con ammortizzatori idraulici incorporati, le sospensioni posteriori che non necessitano di frequenti lubrificazioni, la ruota libera inseribile o disinseribile dal posto di guida, la trasmissione con albero e giunti flessibili Hardy in luogo del cardano.

https://it.wikipedia.org/wiki/Lancia_Augusta

Ma nella fattispecie si riferiva a qualche modello "veloce". Ma visto che di varianti e di versioni sportiveggianti ne avevano fatte.........
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10051
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da leon_90 » 22/07/2017, 12:16

Grazie alle delucidazioni offerte da Bschenker ne ho capito un po' di più. Certo condivido le perplessità di 330 però. Mi sembra un sistema fallace. Recupera da un lato ma perde dall'altro, come cercare di vuotare dall'acqua con un secchio una barchetta da pescatore che affonda.
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da Rovert » 26/07/2017, 22:50

Baldi ha scritto:
Baldi ha scritto:Acciderbola e perdirindina!!!

Di un dispositivo del genere mi aveva accennato mio papà un sacco di anni fa (ma, sbagliando, mi ccennava ad una Lancia)...
e che il sistema, alla fin fine, non era molto "salutare" per la tenuta di strada perchè in parte era quasi come se si andasse in folle...

sbaglio?

In ogni caso, alla fine della fiera, questo sistema non fu un granchè...


mio padre non sbagliava, si ricordava bene!

Anche la Lancia Augusta!!!

Naturalmente la nuova Lancia non si distingueva solo per la struttura a scocca portante ma per molte altre sue caratteristiche innovative o poco usuali nella contemporanea produzione europea: il motore con cilindri a V stretto, la sospensione anteriore a ruote indipendenti con molloni elicoidali racchiusi in foderi verticali e con ammortizzatori idraulici incorporati, le sospensioni posteriori che non necessitano di frequenti lubrificazioni, la ruota libera inseribile o disinseribile dal posto di guida, la trasmissione con albero e giunti flessibili Hardy in luogo del cardano.

https://it.wikipedia.org/wiki/Lancia_Augusta

Ma nella fattispecie si riferiva a qualche modello "veloce". Ma visto che di varianti e di versioni sportiveggianti ne avevano fatte.........

Fallo sapere a quel genio di Marchionne!
Avatar utente
Rovert
GP2
GP2
 
Messaggi: 952
Iscritto il: 30/11/2010, 13:29

da bschenker » 27/07/2017, 8:08

In fondo anche a Le Mans qualcosa del genere deve essere in azione, anche se forse piu in modo elettronico.

Le vetture (credo LMP1) vincitrice, con il carburante a disposizione non possono fare senza qualcosa cosi.

La questione era discussa quest'anno dove al fine del rettifilo la categoria minore era piu veloce e il ritiro di uno delle Toyota ha raggione proprio in questo.

La prestatione fanno con l'accelerazione molto forte che la porta presto alla velocita di 350 kmh (mulsann) e poi cambiano in modalita "coasting" che piu o meno rullare senza trazione e perdeno in circa 10 kmh al fine del rettifilo (al momento che i LMP2 arrivano a 350 kmh.

Soltanto in quel modo possono arrivare a quelli distanze totali con il carburante concessa per regolamento. La forte trazione fuori delle curve (e adderenza che pero sui LMP2 sara uguale)porta a tempi al giro superiore degli altri.

Penso quando si tratta di fare il miglior giro (per l'ordine di partenza) non si guarda troppo sul consumo e usa la potenza dei sistemi un puo di piu.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da leon_90 » 04/10/2017, 19:08

Qualcuno saprebbe dirmi con certezza se le Ferrari, sia F1 che Sport, del periodo '60-'70 montassero un indicatore di livello di carburante o di pressione dello stesso? Purtroppo è nata una questione circa la natura di tale indicatore e avrei bisogno di delucidazioni.
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da Powerslide » 04/10/2017, 21:53

leon_90 ha scritto:Qualcuno saprebbe dirmi con certezza se le Ferrari, sia F1 che Sport, del periodo '60-'70 montassero un indicatore di livello di carburante o di pressione dello stesso? Purtroppo è nata una questione circa la natura di tale indicatore e avrei bisogno di delucidazioni.


Del livello credo proprio di no, della pressione dubito ma sulle sport può essere.
Comunque sono certo che Beat ti potrebbe rispondere molto più precisamente.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 5852
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da bschenker » 04/10/2017, 22:36

Sono sicuro che tutti con il motore centrale sono senza, in ogni modo non aveva mai visto qualcosa del genere. Avevano in quel tempo anche piu di un serbatoio.
Con i altri non vorei giurare, penso pero sara duro trovara degli foto dove si vede un strumento indicatore.
Pero i sistemi che erano a disposizione in quelli tempi, i galegianti, prezziso come sono e sempre erano, con i movimento di una vettura da corsa era un puo come indovinare nel Lotto.

Eventualmente sui Sport per le corse di durata con i serbatoio a destra e sinistra poteva essere l'uso di un sistema visto su qualche moto da corsa una Zona transparente o un tubetto al esterno da sotto a sopra (usati anche in serie per i serbatoi del olio) dove si vedeva il livello.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da leon_90 » 04/10/2017, 22:45

Se volete di foto di 312 e 246 in cui si vede l'indicatore ne ho a bizzeffe. Penso a questo punto che fosse di pressione e non di livello, a giudicare anche dalla scala

primo strumento da sinistra
Immagine

primo da destra
Immagine

tunnel centrale
Immagine

questa invece è la Honda, primo da destra ed è chiaramente di pressione. Stesso montato anche sulla Lotus 49
Immagine
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 378
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

Prossimo

Torna a Mondo Motori

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 78 registrato il 02/09/2017, 14:38
  • Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti