500 Miglia di Indianapolis 2017

GP2 Series, Rally, Nascar, Cart, IRL, Superbike, MotoGP etc etc

da Pennywise » 12/04/2017, 15:31

" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6547
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da Skater » 12/04/2017, 15:39

Nando ad Indy ? Sembra sia possibile !!
Avatar utente
Skater
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 146
Iscritto il: 07/03/2016, 10:07
Località: Sesto San Giovanni

da Pennywise » 12/04/2017, 16:19

http://www.indianapolismotorspeedway.co ... laren-2017

Two-Time F1 Champion Alonso To Compete in 101st Indianapolis 500

April 12, 2017 | By IMS and Verizon IndyCar Series

The Indianapolis 500 has attracted another world champion to its driver field.

McLaren announced today that Fernando Alonso, Formula One’s two-time champion and three-time runner-up, will compete in the 101st Running of the Indianapolis 500 presented by PennGrade Motor Oil on May 28. Buy Indy 500 Tickets

Alonso will drive for Andretti Autosport, which has won four Indianapolis 500s, including last year’s race with Verizon IndyCar Series rookie Alexander Rossi at the wheel of the Honda-powered Dallara. Honda also powers Alonso’s car on McLaren’s grand prix team.

Alonso becomes the ninth driver to enter the 500 with a world championship on his resume. In recent years, Nigel Mansell’s participation in 1993 as the reigning F1 champion was the most celebrated, with media interest at a fevered pitch. Mansell finished third.

Alonso’s decision to join this year’s 500 field adds to the momentum of the race and the Verizon IndyCar Series. Last year’s 500 was sold out for the first time in history and broke attendance marks. The Verizon IndyCar Series has seen television ratings increases each of the past three years, a combined 55 percent, and Alonso’s participation should provide an even greater spotlight on month of May activities.

"The entire INDYCAR community – competitors, fans, media, everyone – is delighted and excited at the prospect of a driver as brilliant as Fernando making his debut in our series,” said Mark Miles, CEO of Hulman & Company, which owns Indianapolis Motor Speedway and the Verizon IndyCar Series. “Even better, he’ll be making that debut in the greatest race of our year, the world-famous Indy 500.”

Alonso has 32 grand prix victories and 97 podium finishes in 275 F1 starts. Competing in his 15th F1 season, Alonso became the youngest champion in series history in 2005 at age 24 and backed it up with another title the following year.

Alonso strives to win the 500 as F1 champion Graham Hill did as a rookie in 1966. Jack Brabham, Jim Clark, Emerson Fittipaldi, Mario Andretti and Nelson Piquet also drove in the 500 as one-time world champions, while Alberto Ascari, Jackie Stewart, Jochen Rindt and Jacques Villeneuve won F1 titles after competing in the 500.

“I’m immensely excited that I’ll be racing in this year’s Indy 500 with McLaren, Honda and Andretti Autosport,” Alonso said. “The Indy 500 is one of the most famous races on the global motorsport calendar, rivaled only by the Le Mans 24 Hours and the Monaco Grand Prix.”

McLaren has a storied history in the Indianapolis 500. Company founder Bruce McLaren fielded a car in the 1970 race, although he failed to qualify in it. The next year, after McLaren died, Mark Donohue qualified a Penske-entered McLaren in the second position but completed only 66 laps and finished 25th. In 1972, Donohue won the 500, the first of a record 16 for Team Penske and first of three McLaren victories at IMS. Johnny Rutherford won the other two, in 1974 and ’76.

This appearance in the 500 comes 38 years after McLaren’s most recent attempt at IMS and Alonso’s car will carry the same papaya orange McLaren livery. Both of Rutherford’s McLaren victories came in cars of this color. Alonso’s car also will carry many of McLaren’s grand prix partners.

Andretti Autosport owner Michael Andretti has a link to McLaren, too. He raced for the F1 team in 1993 alongside Ayrton Senna.

Alonso has never raced an Indy car before or driven on a superspeedway, but Andretti thinks the talented 35-year-old driver can overcome that inexperience with the amount of track time afforded competitors in May. Andretti demonstrated his point through Rossi’s victory a year ago.

“I’m confident that I’ll get to grips with it fast,” Alonso said of the transition to the Verizon IndyCar Series and the 500. “I’ve watched a lot of Indy car action on TV and online, and it’s clear that great precision is required to race in close proximity with other cars on the far side of 220 mph. I realize I’ll be on a steep learning curve, but I’ll be flying to Indianapolis from Barcelona immediately after the Spanish Grand Prix (May 14), practicing our McLaren/Andretti car at Indy from May 15 onwards, hopefully clocking up a large number of miles every day.

“I know how good the Andretti Autosport guys are. I’ll be proud to race with them and I intend to mine their knowledge and expertise for as much info as I possibly can.”

Andretti Autosport has won the 500 with four drivers: Dan Wheldon (2005), Dario Franchitti (2007), Ryan Hunter-Reay (2014) and Rossi (2016).

“Could history repeat itself? Stranger things have happened,” Miles said of another possible rookie winner. “But whether or not Fernando wins this year, I’m thrilled that the name of McLaren will be returning to Indianapolis. Three times in the 1970s the Indy 500 was won by a driver at the wheel of a McLaren – one win for Mark Donohue and two wins for Johnny Rutherford – and I’m sure Johnny will be at the Brickyard again this year to cheer on his old team.

“Last but not least, we should all remember Bruce McLaren, the team’s founder, a brilliant driver-engineer-entrepreneur who was tragically killed while testing a McLaren M8D Can-Am car at Goodwood 47 long years ago and who will finally and rightfully be inducted to the Auto Racing Hall of Fame this May.”

McLaren will be inducted in May along with Franchitti, the three-time 500 winner and four-time Verizon IndyCar Series champion.

Miles credited Alonso, Andretti and Zak Brown, the executive director of McLaren Technology Group, for assembling the deal. Brown called Alonso “the best racing driver in the world.”

“Could Fernando win this year’s Indy 500? Well, I wouldn’t be so silly as to make any such rash prediction, but I expect him to be in the mix,” Brown said. “Put it this way: the team he’ll be racing for won the race last year, using the same Honda engine, and he’s the best racing driver in the world. That’s quite a compelling combination.”

The addition of the Alonso entry brings to six the number of cars Andretti Autosport has entered in this year’s 500. Full-season drivers Marco Andretti, Hunter-Reay, Rossi and Takuma Sato will compete, along with rookie Jack Harvey, who was named to drive the No. 50 Honda on Sunday.

Practice for the 101st running of the 500 begins May 15. Qualifying is May 20-21. Ticket information for the race is available at IMS.com.
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6547
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da 330tr » 13/04/2017, 3:57

Alonso come Ascari, Clark, Graham Hill.
Vedremo se avrà la "fortuna" del primo o dei secondi.

(anche Brabham corse con una sua macchina...chi altri fece il salto guidando per una scuderia già in F1? Forse McLaren? Non ricordo..)
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 13/04/2017, 7:49

con la McLaren corse Hulme se non sbaglio.

a costo di ripetermi, se ce l'ha fatta Rossi, può farcela anche Alonso.
per di più con un team ufficiale
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6508
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da bschenker » 13/04/2017, 8:32

Per me INDY ha un prestigo che basato sulla storia. Oggi per la vittoria la capacita dal pilota puo essere di aiuto pero al fine e una questione di fortuna fra strategia e bandiere gialle.
Mario Andretti e la miglior prove che non per forza vince il migliore.

Se per l'USA Alonso abbia grande importanza non lo so, sicuramente per la Honda in visione al mercato mondiale l'importanza e grande, e fara il possibile che parte con i migliori presumposti.
Pero in ogni modo vittoria o no e piu una questione di prestigio che segno di capacita. Nel passato neanche troppo lontano abbiamo gente con piu di una vittoria, che non voglio dire fermi perche non lo sono, pero oltre quello hanno fatto niente.

Pero in ogni modo buona fortuna sia per Alonso che McLaren.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da groovestar » 13/04/2017, 11:04

Beh potrebbe essere un'occasione eccezionale per riavvicinare due mondi automobilistici molto distanti.
Mi sembra una di quelle storie per cui gli americani potrebbero andare a nozze: uno dei migliori specialisti del vecchio continente che si mette alla prova nella corsa yankee per antonomasia, sfidando i migliori esperti della categoria che di sicuro non si sentono inferiori ad un bicampione del mondo.

Io sono elettrizzato e penso che Alonso sia uno dei pochi "formulisti" con abbastanza coraggio da affrontare una sfida del genere (l'altro potrebbe essere Ricciardo).

Mi auguro solo che non incappi negli stessi errori fatti da Piquet.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6508
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 13/04/2017, 17:11

Chi fa bene in F1 fa benissimo negli States, solitamente. Vedi Mansell..(ma anche Clark, Stewart, Villeneuve, Montoya ecc). Piquet è capitato in un anno da tregenda, il '92, c'erano bestie da 1000 cv e 420 all'ora con una pista che permetteva di tagliare le curve con corsie di decelerazione in maniera vergognosa e pericolosissima; in prova si ammazzò, mi pare a memoria Marcelo, in gara si spaccarono le ossa un paio di Andretti, forse John e il Marione internazionale, per poco un francese non fece la fine di Zanardi e il methodist hospital ebbe le corsie colme di piloti ammaccati.
Se la vettura è valida Alonso se la gioca.
Vero che la Indy spesso è una roulette russa (cosa che piace molto al pubblico statunitense-anche l'ultimo degli sfigati ha la possibilità di vincere-il sogno americano!). Al contrario della F1 non vince quasi mai il pilota in pole. E ricordiamo che non esiste il podio. Vince solo uno e uno solo.
@ beat..mai visto un pilota più forte e più "sfigato" di Michael Andretti sul catino. Una bestia, moolto più veloce del padre, al comando un'infinità di giri, mai vinto. Pazzesco.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 13/04/2017, 17:21

Nel '92 incidente anche per Rick Mears: polso fratturato e cominciò a delinearsi l'ipotesi del ritiro a fine anno, poi realizzatasi.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

http://www.youtube.com/watch?v=achUvYrtqLU
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7817
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da groovestar » 13/04/2017, 17:54

Tempo fa lessi che Piquet ebbe quelle gravi conseguenze in quanto, invece di lasciar scorrere la vettura, corresse l'effetto pendolo proprio come si farebbe in un circuito, trovandosi così ad impattare frontalmente.
Impressionanti le immagini del botto.
Marcelo invece ebbe un incidente molto meno cruento, ma da esiti nefasti, nonostante la velocità meno sostenuta. Dicono avesse montato male certi dispositivi di sicurezza del casco.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6508
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 13/04/2017, 18:02

In poche parole per imparare a correre sugli ovali bisogna fare l'esatto contrario di quanto si fa in pista.Su quelle tipologie di circuito basta un minimo di sottosterzo e sei già fuori.Ci sono tante incognite,dal tipo di banking e da quante altre vetture ti ritrovi affianco in certe fasi di gara,per non parlare dei pit stop.Mi auguro che Alonso sappia familiarizzare in tempo record con tutte queste cose.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Avatar utente
Laffite26
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 143
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da 330tr » 13/04/2017, 19:46

groovestar ha scritto:Tempo fa lessi che Piquet ebbe quelle gravi conseguenze in quanto, invece di lasciar scorrere la vettura, corresse l'effetto pendolo proprio come si farebbe in un circuito, trovandosi così ad impattare frontalmente.
Impressionanti le immagini del botto.
Marcelo invece ebbe un incidente molto meno cruento, ma da esiti nefasti, nonostante la velocità meno sostenuta. Dicono avesse montato male certi dispositivi di sicurezza del casco.

Piquet aveva finito i giri veloci e mollò l'acceleratore troppo rudemente per la guida in speedway in curva..effetto freno, la vettura va in sovrasterzo e addio; invece di mollare tutto e stringersi nelle cinture in attesa del botto posteriore-laterale Piquet fa la cosa normale in pista, controsterza, la macchina fa effetto pendolo violentissimo riprendendo aderenza e si schianta con un angolo frontale molto sfavorevole. Come nell'82 Smiley. Piquet deve ringraziare San Carbonio, altrimenti lo grattavano via dal muro. C'era un documentario che stimava come la violenza dell'impatto fosse paragonabile ad un'auto lasciata cadere dal decimo piano di un palazzo o giù di lì. La foto del botto è incredibile..sembra sbattere frontalmente col casco sul muro. Carriera finita, in ogni caso. Ricordo un tentativo fallimentare ancora l'anno dopo e poco altro, tra cui una corsa in F3 in cui compariva una donna completamente svestita a reggere il cartellone dei minuti.
(articolo che compariva su autosprint che ammetto aver usato per scopi impropi nei momenti di solitudine della mia adolescenza) :oops: :mrgreen:
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 15/04/2017, 14:29

2 precisazioni (dovute ai ricordi sbiaditi):
La macchina di Piquet NON subì alcun effetto pendolo, partì immediatamente in testacoda quando il pilota tolse il gas, 360 gradi e si trovò faccia a faccia col muretto.
Rick Mears lo ricordavo ritirato e non partente in gara. Invece mi risulta aver subito una frattura al piede in prova quando la vettura si schiantò in seguito ad un guasto. Ma era presente in gara, essendosi schiantato pure lì, scontrandosi con Crawford mentre nel medesimo istante Fittipaldi suo compagno si spalmava sul muretto.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da sundance76 » 15/04/2017, 14:48

Io ricordo che Rick Mears gareggiò col polso fratturato in prova. Non il piede. Ma non ho sottomano conferme.
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

http://www.youtube.com/watch?v=achUvYrtqLU
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 7817
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da 330tr » 15/04/2017, 15:35

Sono appena stato in cantina e..brutte notizie. Non trovo più nemmeno un Autosprint del '92..temo che in un trasloco abbiano fatto una brutta fine..
Riguardo Mears la frattura al piede salta fuori da un servizio di Pepi Cereda di Grand Prix, riversato da videocassetta. Ma tenderei a non dare affidabilità alla notizia...
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3072
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

Prossimo

Torna a Mondo Motori

cron
  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 78 registrato il 02/09/2017, 14:38
  • Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti