LANCIA VERSO LA CHIUSURA?

GP2 Series, Rally, Nascar, Cart, IRL, Superbike, MotoGP etc etc

da sundance76 » 31/10/2012, 15:34

Eppure, se per il momento il marchio sopravvivesse rimarchiando le Chrysler, mi sembra comunque sempre meglio rispetto ad una totale scomparsa...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8448
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Eagle » 31/10/2012, 15:47

[quote="Pennywise"]
La Delta nel 1986 (quando uscì il gruppo A) era praticamente a fine carriera. Stranamente la commercializzazione è durata fino al 1992 (nelle varie versioni ed evoluzioni).

Sarei curioso di sapere quante Subaru WRX (3 volumi) avrebbero venduto senza l'impegno nei rally. Stesso discorso per le varie Lancer Evo 6-7-8-9.

Idem per la Clio Williams /gr. A.

Gruppo PSA:

Peugeot ha lasciato Le Mans, ma ha sviluppato la nuova 208 in due versioni: R2 ed R5. (tralasciando la 207 S2000)

Citroen ha la DS3 in versione WRC, R3T e ora anche RRC.

Skoda ha la Fabia S2000 e R2.

Ovviamente non so quantificare le auto vendute per merito dell'impegno nelle competizioni. a questo punto mi chiedo se sono tutti dei buoni samaritani oppure ritengono di avere un tornaconto nell'investire nel motorsport.

:confused1:


P.s. Fiat non è solo in Brasile, ma anche in Argentina ed ha pure un team ufficiale.

http://www.scuderiafiat.com.ar/Rally/Noticias.aspx
[/quote]

Penso che tu abbia assolutamente ragione sostenendo l'effetto traino delle competizioni e dei rally in particolare.

Ma questo traino, funziona se oltre alle competizioni c'è una gamma, e qualche modello sportivo che alle competizioni si ricollega (vedi tutta la stirpe dell'Integrale).

Purtroppo, non ci sono soldi (tanti ma tanti) per lanciare modelli nuovi, e per sostenere un impegno serio nelle competizioni ad alto livello.
O meglio: forse i soldi ci sarebbero, ma investire molto per tanti anni sarebbe un rischio inaccettabile, considerando che nel gruppo, ci sono marchi che garantirebbero a parità di investimenti, un ritorno maggiore e più sicuro (vedi Alfa).

Per finire Lancia, anche quando era un marchio famoso, aveva una portata limitata all'Europa, mentre oggi bisogna riuscire a vendere in tutto il mondo.

Un ultimo appunto sull'attuale Delta: Ognuno la può pensare come vuole sulla comunanza con altri modelli di famiglia, ma io la trovo una Signora macchina!
"mai attribuire alla malizia o alla malvagità quello che è già sufficientemente spiegato dalla semplice stupidità".
Napoleone B.
Avatar utente
Eagle
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1201
Iscritto il: 09/09/2009, 10:50

da echoes » 31/10/2012, 16:11

[quote="Pennywise"]
La Delta nel 1986 (quando uscì il gruppo A) era praticamente a fine carriera. Stranamente la commercializzazione è durata fino al 1992 (nelle varie versioni ed evoluzioni).

Sarei curioso di sapere quante Subaru WRX (3 volumi) avrebbero venduto senza l'impegno nei rally. Stesso discorso per le varie Lancer Evo 6-7-8-9.

Idem per la Clio Williams /gr. A.

Gruppo PSA:

Peugeot ha lasciato Le Mans, ma ha sviluppato la nuova 208 in due versioni: R2 ed R5. (tralasciando la 207 S2000)

Citroen ha la DS3 in versione WRC, R3T e ora anche RRC.

Skoda ha la Fabia S2000 e R2.

Ovviamente non so quantificare le auto vendute per merito dell'impegno nelle competizioni. a questo punto mi chiedo se sono tutti dei buoni samaritani oppure ritengono di avere un tornaconto nell'investire nel motorsport.

:confused1:


P.s. Fiat non è solo in Brasile, ma anche in Argentina ed ha pure un team ufficiale.

http://www.scuderiafiat.com.ar/Rally/Noticias.aspx
[/quote]

Quanto riporti tu è giustissimo: anche la Fulvietta arrivò alla terza serie grazie al traino delle competizioni...

Unico punto: oggi il mercato dell'auto presenta delle criticità che negli anni '70, negli anni '90 e primi 2000 non c'erano...alcuni ad esempio: la sovraccapacità produttiva, un mercato saturo e la significativa perdita di potere d'acquisto di metà europa...

Come detto, non sostengo che il motorsport sia inutile, ma oggi non è sicuramente la panacea di tutti i mali di un marchio.

Seat ha partecipato, vincendo, diversi anni nel WTCC eppure è cmq in crisi, come detto PSA domina da non so quanto nel Rally (Mondiale e IRC) e sta in piedi grazie a sovvenzioni statali, Renault è direttamente partecipata dallo stato...

Senza contare che se vuoi investire nello sport, devi farlo bene...che danno d'immagine ha avuto la BMW nelle figure di melma fatte nei suoi anni da costruttore in F1? e la mercedes di oggi, non in grado di fare una macchina decente in 3 anni nonostante i milioni di euro spesi??

Versioni per smanettoni ci sono all'interno del gruppo: 500 e grande punto abarth...  ;)
"E' l'eterno e sempre presente pericolo della morte a rendere sublimi le corse automobilistiche" (S. Moss)
Avatar utente
echoes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 08/06/2005, 23:00
Località: Bologna

da Greyeyes 1989 » 31/10/2012, 18:02

[quote="echoes"]
[quote="Greyeyes 1989"]
Il discorso Lancia è presto fatto .... Che modelli sono usciti dopo le gloriose Thema e Delta di inizio anni '90 ?? Nell'ordine: La Dedra ('na *****a), La nuova Delta Hf (una lancia con il pianale della Tipo che per ogni KM percorso passava 2 ore in officina) la K (un'altra *****a pari alla Dedra specie nella configurazione corta), la Y (praticamente l'unico modello esistente di un certo successo), la Thesis (poteva essere una buona idea ma come al solito le finiture Fiat e il controllo qualità sono pari a quelle di una capanna di fango in mezzo al Sahara), la Musa (un'Idea travestita di cui prendeva gli stessi difetti facendoseli pagare il doppio), la nuova Delta che conquista gli appassionati quanto un pugno nelle palle essendo meccanicamente una Bravo travestita.... e non ultima la nuova Thema che è una bellissima macchina internamente ma paga il fatto di essere praticamente una 300 C riadattata (notate però che per quello che offre sia in termini meccanici che di contenuto interno e per il prezzo può essere una valida alternativa alle altre ammiraglie europee)...

Con queste offerte e la (SCARSA) cultura motoristica esibita in concessionario dal popolo italico c'era da immaginarselo che la Lancia avrebbe floppato e di brutto.
[/quote]

ne ho appena presa una: delta 1.9 twin turbo...mi sembra abbastanza diversa da una Bravo...anche meccanicamente...

Se poi parli di meccanica, caro amico, mi aspetto come minimo le stesse critiche verso i prodotti del gruppo VW ad esempio... ;)

Oltre alla qualità del prodotto (giustissime le citazioni di Power sulla facilità d'ossidazione di alcuni modelli...soprattutto se faccio il confronto con una BMW 2002 prima serie del 1970 di mia proprietà dove l'unico intervento di carrozzeria è stato la riverniciatura del supporto batteria...) vi sono anche scelte commerciali discutibili: pensare di vendere auto di livello superiore negli stessi locali dove potevi comprare una Uno..beh...non un'idea felicissima (tant'è che benchè Audi - VW - Skoda - Seat vendano le stesse auto, ognuno ha i suoi locali separati...).

Boh, ripeto, meglio staccare il cerotto velocemente che a poco a poco...si soffre meno  ;)
[/quote]
Infatti non ho comprato una VW proprio per questo :) ho optato per una bella Mito 1.4 Turbo Benza/GPL che ha lo stesso pianale della Gpunto ma a livello tecnico l'è tutta un'altra roba :) Attendo speranzoso il 7 gennaio quando l'avrò tra le mani :)
P.S. Il 1.9 Twin Turbo dimostra che quando vogliono alla Fiat quanto a motori non sono secondi a NESSUNO  e forse che in effetti ho esagerato a paragonarla alla Bravo (anche se il pianale è quello  ;) ) Mannaggia alle multi piattaforme :thumbup:
" Se vuoi evitare di avere incidenti basta che vai più veloce degli altri " Nonno dixit
Avatar utente
Greyeyes 1989
GP2
GP2
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 13/03/2009, 15:33
Località: Torino

da Prinz4L » 01/11/2012, 0:40

"Lancia ha un appeal limitato..."  :ohmy:

Ma davvero? Chissàmai perché!  :blink:

Beh, a volte sviluppare negli anni una vera gamma di modelli potrebbe aiutare... :001_rolleyes:
Amo pensare che la Ferrari può costruire piloti quanto macchine. Alcuni dicono che Gilles Villeneuve sia pazzo. Ma io dico: lasciate che provi.
Avatar utente
Prinz4L
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 721
Iscritto il: 25/03/2009, 22:51
Località: Vicenza

da Powerslide » 01/11/2012, 13:38

Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6410
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da echoes » 01/11/2012, 18:10

L'articolo è bello...

Ma il perchè la Lancia verrà "congelata" sta tutto nella penultima frase:

"Meno imponente, ma più sexy, la Lancia Delta grigio metallizzato con cui sono trasferito a Londra, nel 1984: ha resistito all’ironia britannica e alla mia guida sulla sinistra."

Parliamo di un modello che non c'è piu da 20 anni...ed è quindi da almeno 20 anni che la Lancia, per diversi motivi, non ha appeal...

Una cosa poi mi dispiace: oggi TUTTI piangono la Lancia, MA...ma la Lancia ultimamente qualche auto decente l'ha sfornata, però tutti sono andati avanti a comprare le tedesche e/o a scaricare guano sui prodotti Lancia: intendiamoci, non sto dicendo che si trattava del meglio del meglio, ma nemmeno di quell'ammasso di lamiera che qualcuno dice (fermo restando che siamo lontani dalle eccellenze del passato).

Adesso è tardi, son lacrime di coccodrillo...
"E' l'eterno e sempre presente pericolo della morte a rendere sublimi le corse automobilistiche" (S. Moss)
Avatar utente
echoes
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2027
Iscritto il: 08/06/2005, 23:00
Località: Bologna

da sundance76 » 01/11/2012, 19:06

Se penso che esattamente sei anni fa, novembre 2006, all'AISA fummo gli unici a fare una degna conferenza al Museo Nicolis per celebrare i cento anni Lancia, mentre la Fiat giaceva silente...
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8448
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Racer Cek » 02/11/2012, 13:06

[quote="sundance76"]
Eppure, se per il momento il marchio sopravvivesse rimarchiando le Chrysler, mi sembra comunque sempre meglio rispetto ad una totale scomparsa...
[/quote]

sinceramente se devo vedere un marchio che ha fatto dell innovazione tecnica la sua bandiera per anni,nonostante l'accordo con FIAT,attaccare il proprio stemma sui dei "barconi" americani preferisco la chiusura.
Certo che le parole di Marchionne non aiutano di certo un concessionario a vendere qualche Ypsilon in più o a trovare un acquirente serio.Evidentemente ha altro a cui pensare... :cursing:

[quote="Greyeyes 1989"]

P.S. Il 1.9 Twin Turbo dimostra che quando vogliono alla Fiat quanto a motori non sono secondi a NESSUNO  e forse che in effetti ho esagerato a paragonarla alla Bravo (anche se il pianale è quello  ;) ) Mannaggia alle multi piattaforme :thumbup:
[/quote]   

beh prima c'era stato il Fire,il Common-Rail/Multijet (venduto a Bosch,se non sbaglio..),il T-Jet...insomma da questo punto di vista il Gruppo italiano mi pare abbia mostrato una buona qualità... ;)
certo che vedere cosa a fatto VW con Ausi,Skoda ecc.ecc. e cosa Fiat con lancia e Alfa.... :cursing: ma son gli stessi discorsi da vent'anni ormai..

p.s. la Bravo non è poi tutto sto cesso di macchina.... ;)
"A Buenos Aires c'era una parabolica che in prova si prendeva col pedale del gas a fondo corsa,in gara forse:dipendeva dal carico di benzina a bordo e da quanto quel giorno ti importasse sopravvivere davvero" (J.Watson)
Avatar utente
Racer Cek
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: 19/09/2009, 23:37
Località: PC Town

da Mad » 04/11/2012, 19:26

[quote="Racer Cek"]
certo che vedere cosa a fatto VW con Ausi,Skoda ecc.ecc. e cosa Fiat con lancia e Alfa.... :cursing: ma son gli stessi discorsi da vent'anni ormai..
[/quote]

E' qualcosa che dico da anni, Fiat sa fare le utilitarie e le sa fare bene. Ma appena si sale con le dimensioni sono portati a fare disastri, a Torino non hanno capito ( o non vogliono capire) che non si può fare un'ammiraglia nello stesso modo in cui si fa la Punto o la 500. A riguardo del rilancio dei marchi sotto l'ala VW, finché devono fare delle ammiraglie tutto bene ( tutte le Audi, la Octavia), se devono scendere sulle piccole, non mi sembrano che vendano parecchio.
Immagine
Avatar utente
Mad
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1293
Iscritto il: 08/02/2004, 0:00
Località: Noceto

da Racer Cek » 04/11/2012, 19:34

[quote="Mad"]
[quote="Racer Cek"]
certo che vedere cosa a fatto VW con Ausi,Skoda ecc.ecc. e cosa Fiat con lancia e Alfa.... :cursing: ma son gli stessi discorsi da vent'anni ormai..
[/quote]

E' qualcosa che dico da anni, Fiat sa fare le utilitarie e le sa fare bene. Ma appena si sale con le dimensioni sono portati a fare disastri, a Torino non hanno capito ( o non vogliono capire) che non si può fare un'ammiraglia nello stesso modo in cui si fa la Punto o la 500. A riguardo del rilancio dei marchi sotto l'ala VW, finché devono fare delle ammiraglie tutto bene ( tutte le Audi, la Octavia), se devono scendere sulle piccole, non mi sembrano che vendano parecchio.
[/quote]

mah "tecnicamente" non son male...e anche le finiture per quel che ho visto negli ultimi anni son migliorate..maé proprio un discorso di credere nel prodotto.Prendi la Bravo:niente 3p,niente station,niente monovolume(ok adesso c'é la 500L...)perché?!?! :confused1:e non ditemi della crisi perché é da anni che é così...
"A Buenos Aires c'era una parabolica che in prova si prendeva col pedale del gas a fondo corsa,in gara forse:dipendeva dal carico di benzina a bordo e da quanto quel giorno ti importasse sopravvivere davvero" (J.Watson)
Avatar utente
Racer Cek
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: 19/09/2009, 23:37
Località: PC Town

da Mad » 05/11/2012, 22:23

[quote="Racer Cek"]
mah "tecnicamente" non son male...e anche le finiture per quel che ho visto negli ultimi anni son migliorate..maé proprio un discorso di credere nel prodotto.Prendi la Bravo:niente 3p,niente station,niente monovolume(ok adesso c'é la 500L...)perché?!?! :confused1:e non ditemi della crisi perché é da anni che é così...
[/quote]

Certo che sono migliorati, ma ormai il danno è fatto. Certi clienti li hanno persi per sempre ormai. Citi giustamente il discorso Bravo, ma io te ne cito un'altro: mollare la Multipla, che sebbene non fosse una macchina super economica, vendeva. E tanto. Anche qui, i difetti della prima serie si sono trascinati in parte sino all'ultima, forse perché prodotto tirava anche senza le necessarie migliorie. Da che cosa è stata sostituita? Da niente, quello che si avvicina di più è la 500L.
Immagine
Avatar utente
Mad
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1293
Iscritto il: 08/02/2004, 0:00
Località: Noceto

da Racer Cek » 05/11/2012, 23:40

sono d'accordo con te..il danno é fatto.Però "credendoci" un pò ed essendo un pò più aggressivi si potevano recuperare quote di mercato.Farlo adesso con la crisi che c'é(e con la dirigenza che c'é... :001_rolleyes:) mi pare impossibile....
"A Buenos Aires c'era una parabolica che in prova si prendeva col pedale del gas a fondo corsa,in gara forse:dipendeva dal carico di benzina a bordo e da quanto quel giorno ti importasse sopravvivere davvero" (J.Watson)
Avatar utente
Racer Cek
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1663
Iscritto il: 19/09/2009, 23:37
Località: PC Town

da Greyeyes 1989 » 06/11/2012, 0:23

[quote="Mad"]
[quote="Racer Cek"]
certo che vedere cosa a fatto VW con Ausi,Skoda ecc.ecc. e cosa Fiat con lancia e Alfa.... :cursing: ma son gli stessi discorsi da vent'anni ormai..
[/quote]

E' qualcosa che dico da anni, Fiat sa fare le utilitarie e le sa fare bene. Ma appena si sale con le dimensioni sono portati a fare disastri, a Torino non hanno capito ( o non vogliono capire) che non si può fare un'ammiraglia nello stesso modo in cui si fa la Punto o la 500. A riguardo del rilancio dei marchi sotto l'ala VW, finché devono fare delle ammiraglie tutto bene ( tutte le Audi, la Octavia), se devono scendere sulle piccole, non mi sembrano che vendano parecchio.
[/quote]
Esatto e questo è il guaio della Fiat ... Prendiamo un'ammiraglia come la Croma (dal costo decisamente elevato) ecco non è possibile che dopo 40 mila km inizi a scricchiolarti perfino il cervello .... L'unica cosa che salvo è il fatto che sulle vetture più grosse non abbiano esagerato con il downsizing dei motori ; a tal proposito mi sto facendo crasse risate da chi attratto dai consumi omologati ha pensato bene di scegliere il 1.2 tsi per la yeti oppure il 1.0 ecoboost x una B-MAX non capendo ( ennesima dimostrazione di quanto l'italiano medio comprenda di motori) che una buona resa è data dal rapporto tra peso e potenza ma anche che un 1.0 turbo per tirare fuori la cavalleria dovrà girare in zone in cui consumerà come un'astronave :)
" Se vuoi evitare di avere incidenti basta che vai più veloce degli altri " Nonno dixit
Avatar utente
Greyeyes 1989
GP2
GP2
 
Messaggi: 963
Iscritto il: 13/03/2009, 15:33
Località: Torino

da sundance76 » 06/11/2012, 0:24

Dal blog del direttore di Quattroruote Carlo Cavicchi:

La Lancia, il cuore e la ragione

Sono un lancista di vecchissima data, uno di quelli che in gioventù si divideva in clan, quelli della Fulvia Coupé da una parte e quelli dell’Alfa Romeo Gt Junior dall’altra. Con la Lancia ho corso a lungo e mi sono divertito un sacco. E come tutti i lancisti di vecchia data ho visto sempre questo marchio glorioso soffrire (negli anni 50 ero troppo piccolo e prima della guerra non c’ero).

Ricordo bene che ne parlai a lungo con Vittorio Ghidella, probabilmente era il 1980, a un rally dei Mille Laghi in Finlandia dov’era venuto con la moglie. Proprio il manager forse più “automobilaro” della storia Fiat mi parlò preoccupato della difficoltà di imporre questo marchio al di fuori dei confini italiani. “Io ce la metterò tutta, può scommetterci – mi disse quasi a tranquillizzarmi, anche se non ero certamente io il suo problema – ma la Fiat deve pensare in grande e nel grande la Lancia farà sempre fatica”.

Io riportai su Autosprint quelle parole, con il mio indimenticato direttore, Marcello Sabbatini, che ci fece un titolo impietoso “Ghidella non vede un futuro per la Lancia”. Allora arrivano molte lettere in redazione (le mail erano una cosa inimmaginabile) e in tutte c’era un livore incredibile contro in capo della Fiat che, peraltro, a breve andava sfornando il meglio del marchio, la Thema, la Delta e la Prisma.

Riporto questo episodio per sottolineare come la Lancia sia stata sempre un cruccio per tutti gli uomini sul ponte di comando del Gruppo- Il suo limite stava sempre nell’inesistente penetrazione sui mercati esteri, e questo anche quando la Stratos e poi la Delta vincevano tutto nei rally.

Adesso si sta generando molto scalpore, inevitabile, sui piani Fiat che parlano di un ridimensionamento (non della chiusura, sia chiaro) della Lancia contrapposto al grande rilancio del marchio Alfa Romeo. Ma da un punto di vista manageriale non ci possono essere confronti tra i due brand, non fosse altro perché oggi l’Alfa potrebbe contare su tutti i dealer Chrysler in America che non aspettano altro che vetture del Biscione da proporre, anche se le avrebbero preferite prodotte negli Usa anziché in Italia. Follia, si dirà, ma negli americani è ancora vivo il triste ricordo delle Alfa italiane che avevano mille problemi di qualità costringendo la marca a una ingloriosa fuga da quel mercato.

Oggi, quindi, dovendo guardare avanti e trovare una soluzione (se mai ci sarà) ai problemi occupazionali negli stabilimenti italiani, ecco che non c’era molta scelta: marchio premium per marchio premium, era naturale il sacrificio di quello che non ha nessuna immagine fuori dai nostri confini.

Ovvio che per uno come me è una ferita, ma siccome le strategie commerciali dettano legge a quelle industriali, temo che non ci fosse altra scelta. Alfa e Jeep sono due brand di respiro mondiale, Fiat e Chrysler sono marchi transnazionali e Lancia oppure Dodge sono marchi locali, con la differenza che il locale inteso come Nord America vale volumi molto più grandi di un locale riferito alla sola Italia con un pochino di Francia.

Certo chi ama la Lancia vorrebbe scelte in questa direzione a prescindere dalla prospettive, però chi deve operare non può ragionare con il cuore ma deve usare la ragione. Investire quel poco che si ha su tutto è miope, farlo dove può valerne la pena è più saggio. Lo fanno i medici per salvare un malato di cancrena: amputano un arto ma dopo la persona ha prospettive di vita. Nel caso in questione comunque, l’arto non verrà tagliato: ha le funzioni piuttosto ridotte, in attesa di tornare in uso non appena nuove medicine saranno disponibil
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8448
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

PrecedenteProssimo

Torna a Mondo Motori

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 6 utenti connessi :: 1 iscritto, 0 nascosti e 5 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti