Notizie 2017

Forum dedicato alla stagione 2017 di F1

da Jackie_83 » 12/12/2017, 12:08

330tr ha scritto:Io voglio sperare che Kubica abbia mostrato una evidente impossibilità a competere per limiti fisici, altrimenti essere sacrificati per un sirtokin è...umiliante.


Concordo in toto

Inviato dal mio ASUS_Z00ED utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 6872
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

da bschenker » 12/12/2017, 13:03

330tr ha scritto:Ok ma..domanda per te, Beat.


Pensa che la domanda e posto alla persona spagliato, io non ho nessuna influenza sulle decisioni Williams!

Io personalmente penso la scelta piu logica sarebbe Massa, Wehrlein o Kvyat in sequenza come scritta.

Quello che io mi domanda di più quale influenza sul tutto abbia Paddy Lowe?
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1896
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da groovestar » 12/12/2017, 13:53

Sinceramente la trovo la peggior scelta possibile per il team.

Nonostante le parole di supporto della Renault (alla quale verrebbe da chiedere il perchè hanno a questo punto preferito Sainz se Sirotkin è così valido) il russo, oltre alla dote economica, non ha mostrato risultati di particolare rilievo.
A meno di ritenere 3 vittorie e due terzi posti nella classifica gp2 (a 60 e 100 punti di distanza dal leader della classifica) come buoni risultati.

Porterà in dote 15 milioni, ma mi interrogo sulla reazione che possono avere gli sponsor nel supportare una compagine così misera e poco competitiva.
In Williams sono professionisti seri e tali valutazioni saranno state fatte, ma fossi nella Martini non sarei così contenta di legare il mio nome ad una scuderia che pensiona un ottimo testimonial ed un pilota ancora "sul pezzo" per sostituirlo con un 22enne dai risultati molto modesti e nessun titolo nel palmares.

Penso che sia una delle peggiori formazioni mai schierate nei 40 anni del team Williams e mi auguro per loro che il buon Sirotkin possa dimostrarsi non dico il nuovo Keke Rosberg, ma almeno il nuovo Maldonado (pilota dotato di grandi sponsor, ma anche di grandissima velocità, le poche volte in cui ha corso con il cervello).
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7045
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da bschenker » 12/12/2017, 14:25

"(pilota dotato di grandi sponsor, ma anche di grandissima velocità, le poche volte in cui ha corso con il cervello)"

Non e il cervello, e la mancanza di tentazione!
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1896
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da Laffite26 » 12/12/2017, 19:08

In realtà Sirotkin non è un brutto pilota ed un minimo di talento comunque c'è l'ha ma certamente non in dosi alla Verstappen o Leclerc. Quando corre motivato è in grado di far vedere cose interessanti come è successo nella sua prima stagione in Gp2 ma nel 2016 ha disputato un campionato disastroso complice anche il suo team Art un pò in disarmo. Come tutti i russi è parecchio discontinuo e troppo debole caratterialmente,lacune che in F1 potrà pagare molto caro.Il mondo è pieno di piloti non velocissimi ma buoni interpreti della vettura,come pare il russo abbia dimostrato negli ultimi testi.Mi chiedo se davvero la Williams puntasse a questo tipo di pilota.
Ho il sospetto che l'entourage di Stroll abbia spinto per qualcuno che non possa dare troppo fastidio al loro rampollo prospettandogli già un ruolo di prima guida a soli 19 anni.Se davvero hanno agito in questo modo mi viene da pensare che la famiglia Stroll di corse non ha capito proprio nulla.

Per quanto riguarda Wehrlein,scelta molto più accettabile al rimpianto Kubica, credo che qualcuno dovrà fargli delle scuse se l'intera operazione sarà un misero fallimento.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula Renault
Formula Renault
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da groovestar » 12/12/2017, 20:47

Di certo non è un cavallo di razza e, sinceramente, se i campioni e vice campioni della serie hanno avuto serie difficoltà a trovare un sedile, mi lascia perplesso vedere in procinto di debuttare un pilota che è stato sonoramente battuto da costoro.

Non sarà un Deletraz padre, ma certamente non è al livello di Kvyat, Wehrlein, Giovinazzi, Massa e, a mio avviso, anche di Palmer.

E sinceramente mi chiedo come possa un team che quest'anno ha avuto diverse difficoltà nello sviluppo della vettura, a correre con un pilota debuttante ed un pilota che ha bisogno di insegnanti di sostegno.

La mia impressione è che il team sia decisamente indebolito e questo potrebbe essere un passo fondamentale verso il baratro che ha inghiottito già in passato team decisamente blasonati.

Fossi nella Martini, oltre a pretendere un pilota di primo livello, mi farei due domande sull'investire bei soldi su un team che non ha alcuna prospettiva di risultato.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7045
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 12/12/2017, 22:07

Concordo.
Un team è appetibile anche per i piloti che propone.
Uno Stroll affiancato da un deb è una lineup da far scappare qualsiasi sponsor.
Poi magari il russo si dimostrerà il nuovo Fangio (ma quando mai)..ma vedere oggi quest'operazione è desolante..anzi, doloroso.
Non vorrei che fossimo ai livelli della Brabham della Amati e Damon Hill..
Comunque per quanto riguarda Kubica mi sono convinto che..non abbia convinto.
Ho avuto i sentori dai due medesimi "silenzi" dopo le prove in Renault e Williams. "Loro" sanno davvero i problemi e le possibilità.
Voglio pensare che Robert non sia più arruolabile per queste nuove F1 dei 6g..mi spiace per lui, ma davvero mi piacerebbe che provasse altre soluzioni in pista, magari affiancando un certo Fernando in avventure extra F1..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 3917
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 13/12/2017, 8:12

Vista la triste fine del WEC gli resta l’indycar o la Formula E.
Non è che gli sbocchi siano tanti.

È sempre un peccato vedere un pilota valido a piedi causa sponsor, ancor di più se è un pilota dall’immenso seguito.

Sarebbe stata una storia molto importante e credo che si tramuterà in un boomerang per il team Williams che, furbescamente, ma utilizzato il polacco per ottenere la pubblicità persa nel corso dell’anno.

Peccato, perché la formula 1 ha bisogno di storie diverse, storie di vita e di uomini, non farsesche sceneggiata per i tifosi e fiumi di dollari per far sembrar accattivante ciò che non lo è più...

Poi porca miseria! Almeno la Renault ha scelto Sainz!
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7045
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Laffite26 » 13/12/2017, 23:48

Ho cercato di riportare quei pochi spunti che hanno contraddistinto Sirotkin nelle serie minori,ma voglio rendere chiaro che anche per me la sua scelta rappresenta un forte azzardo. Poi magari si dimostrerà un pilota capace di vivacchiare come Ericsson ma non molto di più.

Con tutto il rispetto per il caro Robert penso che il vero danneggiato di questa vicenda sia stato Wehrlein e bisogna domandarsi il perchè la Mercedes non abbia voluto insistere piuttosto che capire le motivazioni che hanno portato la Williams a rifiutarlo, motivazioni tra l'altro palesi.
Nonostante tutto però resto fiducioso di rivedere Kubica in pista.E' un racer e credo che non se ne starà con le mani in mano (ricordiamoci che viene seguito da Nico Rosberg).
La Indycar credo che per lui sia impegnativa un intera stagione,forse ci proverà con la Indy 500. Prima o poi credo che lo vedremo anche a Le Mans e il nuovo regolamento WEC sembra sia orientato ad aprire verso LMP1 non ibride.Magari troverà spazio in categorie endurance che però poco si addicono ad un pilota che ha sempre privilegiato la velocità e che quindi dovrà cambiare un pò il suo stile di guida. Insomma sono speranzoso che il 2018 porti fortuna comunque a Robert Kubica.
"A special hello to our dear friend Alain, we all miss you Alain."
Laffite26
Formula Renault
Formula Renault
 
Messaggi: 259
Iscritto il: 04/10/2016, 23:23

da bschenker » 14/12/2017, 2:02

Da parte della MB sembra la cifra massima che sono disposto a pagare siano 3 milioni e forse qualche riduzione sul motore, stesso l’anno prima con Ocon.

Sirotkin sembra la cifra che e in gioco siano 17 milioni, anche di Kubica si parla di più di 10 milioni (ho visto un articolo che parla di15 milioni).

Non mi ricordo i risultati di Sirotkin pero quando era in gioco da Sauber, si diceva che andasse molto bene nella categoria che correva in quell’anno. Il su budget dice che la prospettata collaborazione di Sauber con i russi, era reale fino a quel momento dello scherzetto dell’inizio primavera di Putin.

Nel frattempo i russi devono aver risolto il problemino con le sanzioni.
.
Avatar utente
bschenker
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 1896
Iscritto il: 06/11/2008, 22:11
Località: Lugano

da sundance76 » 15/12/2017, 23:24

"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8081
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Pennywise » 19/12/2017, 9:24

https://it.motorsport.com/f1/news/march ... ve-989518/

Marchionne: "Buttiamo le regole dalla finestra e facciamo F.1 creative"

Il presidente della Ferrari sostiene che sia impossibile realizzare monoposto diverse fra loro per le attuali norme scritte: "Ci vuole libertà assoluta per chi deve progettare le macchine, mentre non sono le powewr unit il problema".
“In un mondo ideale, date le misure delle gomme e le caratteristiche del motore, tutto il resto andrebbe lasciato libero, senza vincoli di stile e sviluppo”. Il Presidente Sergio Marchionne ha idee ben lontane da quelle di Liberty Media, che tra le righe ha fatto trapelare (ben chiara) la volontà di standardizzare in futuro più componenti possibili delle attuali monoposto.

I promotori statunitensi sognano un equilibrio dei valori in campo, anche a costo di snaturare la Formula 1 intesa come palestra tecnica. La Ferrari è di parere opposto, e Marchionne non ha fatto mistero di trovare troppo vincolante già il regolamento attualmente in vigore.
“Se oggi facciamo un profilo più lungo di 1 millimetro, prendiamo delle sberle – ha dichiarato il Presidente - è impossibile progettare una macchina creativa. Fosse per me butterei queste regole dalla finestra, e darei libertà assoluta a chi deve progettare. Poi vedremmo che cosa saprebbero fare questi ragazzi: la vera sfida sarebbe questa".

"Ed invece i cambiamenti che sono stati proposti per le monoposto del futuro farebbero diventare le vetture tutte uguali, se passasse una linea del genere le macchine diventerebbero irriconoscibili l'una dall'altra, e sarebbero differenziate solo dal colore. Se sarà questa la Formula 1 del futuro, la Ferrari uscirebbe in 3 secondi".

"Detto questo, anche noi in un contesto di libertà tecnica potremmo creare oscenità, ma è comunque importante poter consentire agli ingegneri di poter creare senza vincoli, provando a realizzare qualcosa di diverso. Nel tempo abbiamo ristretto sempre di più questo aspetto, anche sul fronte aerodinamico”.

Per il Presidente Marchionne anche in tema power unit non servono interventi mirati a semplificare la tecnologia attuale.
“Oggi la fornitura di una power unit ad una squadra clienti costa circa 15 milioni – ha spiegato – e credo sia un miracolo. Ferrari, Mercedes, Renault e Honda permettono ai team che vogliono correre in Formula 1 di avere accesso a un certo tipo di tecnologia competitiva senza restrizioni. Quando sento Ross Brawn dire che vuole cambiare le power unit attuali perché troppo complicate, beh, mi chiedo: cosa vuole per 15 milioni? Non si può pensare di poter acquistare dei motori a meno di questa cifra, e non credo che ci sia alcun problema su questo fronte”.

“Non sono certo i motori a condizionare lo spettacolo che vediamo in pista – ha concluso Marchionne - Liberty ha ragione quando dice che bisogna incrementare lo show. Se pensiamo all’ultima gara del 2017, non è stato entusiasmante vedere le monoposto che giravano cinquanta volte su una pista senza molto altro...".

"Ma non sono i motori il problema, bisogna cercare soluzioni in altre aree. Dobbiamo lavorare con Liberty per trovare una o più novità mirate a rendere le gare più entusiasmanti. Le monoposto sono arrivate ad un livello tecnico tale da non permettere a due vetture distanti pochi decimi di potersi dare battaglia. Dobbiamo cercare di ricreare incertezza e sorpassi, il futuro passa da qui”.
" Ferrea Mole, Ferreo Cuore "

" Unguibus et rostro "

" Chi osa vince "

" Mai discutere con un idiota (coglione), ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza. " :clap: :bow-blue: ... 8-)
Avatar utente
Pennywise
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6849
Iscritto il: 26/07/2010, 16:01
Località: Al Mare

da groovestar » 19/12/2017, 9:36

Tutti i torti non li ha e gli appassionati - quelli veri - sono più di 10 anni che dicono ciò.

Ci vorrebbe un ritorno agli anni 70 con alcune misure fisse e limiti aerodinamici, ma per il resto fornire di estrema libertà i costruttori.

E, visti i sotterfugi utilizzati in passato, renderei legare l'utilizzo di elettronica e sospensioni attive, dato che attualmente i sistemi di gestione elettronica sono di gran lunga più affidabili di quelli del 1993 (ed i circuiti molto più sicuri).
Tanto ormai le vetture possono essere facilmente portate al limite anche da 18enni, per cui certe lamentele alla Senna circa la facilità di guida diventano anacronistiche (inoltre di fatto hanno le sospensioni attive erano state utilizzate già lo scorso anno).

Così si tornerebbe ad una Formula 1 almeno ideologicamente più vera.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7045
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Baldi » 19/12/2017, 11:39

Visti i lunghi camion che sono diventate le F1, io prima di tutto limiterei le lunghezze:

Lunghezza macchina fuori tutto di un tot, passo max un tot (un pò meno).
Poi ogni team avrà una certa libertà se scegliere passi relativamente lunghi ma sbalzi ali ridotti o, al contrario, un passo corto per avere sbalzi ali maggiori.
In ogni caso la lunghezza massima dovrà essere inferiore a quanto vediamo oggi...

O, in alternativa, fermo restando una lunghezza massima ridotta, ridurre sensibilmente le ali e lasciare una certa libertà con il fondo, per assicurare una certa downforce.

Quest'ultima riflessione l'abbiamo già trattata numerose volte.
Ma ci riflettevo ancora vedendo questa foto:

25396147_565959173743219_6185776885583934561_n.jpg
25396147_565959173743219_6185776885583934561_n.jpg (76.69 KiB) Osservato 1797 volte


Indipendentemente dalla nota bellezza della colorazione, sono proprio le linee del musetto, delle sospensioni e la MANCANZA dell'ala stessa a rendere bellissima questa immagine!
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10326
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da Jackie_83 » 19/12/2017, 14:22

Intanto per Kubica non sembra ancora finita

http://www.gazzetta.it/Formula-1/19-12- ... 6229.shtml

Inviato dal mio ASUS_Z00ED utilizzando Tapatalk
Immagine
Avatar utente
Jackie_83
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 6872
Iscritto il: 04/07/2005, 23:00
Località: Terra di mezzo

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 2017

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 3 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 3 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 85 registrato il 09/05/2018, 20:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti