Ronnie Peterson....

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da 330tr » 19/11/2018, 18:57

Lo start fu, eufemismo, discutibile, tanto che nemmeno i primi due s'erano sistemati sulle piazzole..
Forse proprio il nervosismo, poi sanzionato, dei primi due può aver spinto a far partire la gara con tutti in movimento, chissà..
Fatto sta che quando ci scappa il morto un comportamento in altri casi suscettibile di buffetto o tirata d'orecchie si trasforma in qualcosa di ben più grave.
Per questo sarebbe interessante, storicamente parlando, capire se vi fosse il divieto di superamento di quella linea.

Ho letto un articolo di Morosini, di come Autosprint accorse in favore di Patrese, munito solo di un paio di foto, poiché i filmati all'epoca in Italia non si trovavano in nessun modo..
Dico questo perché effettivamente non riesco a capire come Merzario abbia potuto ricostruire fin da subito le responsabilità, partendo penultimo, con una visibilità degli avvenimenti di certo approssimativa..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da jackyickx » 19/11/2018, 20:50

Mi sono andato a rivedere le partenze dei due GP precedenti. In entrambi il direttore di corsa rispetta le procedure e i piloti sono tutti fermi. In Olanda si vede anche l'errore di patrese. Se vogliamo capire di più lo stato d'animo di allora non si può far a meno di considerare queste cose. Rastelli sbagliò, mi sembra fuor di dubbio.
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2075
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da duvel » 19/11/2018, 22:38

Sarò sempre dell'idea che la Giustizia Ordinaria non dovrebbe intromettersi nell'automobilismo sportivo: è uno sport che comporta rischi ma nessuno è in pista per far male agli avversari, tanto meno allora.
Così come non fu comprensibile quel "gran giurì" di piloti che pretese di sostituirsi alla sempre decisionalmente assente FIA.
Ma se proprio si voleva cercare un responsabile a tutti i costi vi invito ad una riflessione leggendo passo per passo la sentenza in merito (se già non la conoscevate) tratta da Rombo dell'epoca, per il sottoscritto rimane assolutamente sconcertante.
Vergognoso poi, secondo me, aver prima frignato per la presunta ricerca a tutti i costi di un "capro espiatorio" condividendo seppur con qualche "se" una sentenza che scarica tale ruolo su James Hunt, basandosi su immagini tutt'altro che eloquenti :naughty:
Un capitolo da dimenticare :hand:
https://static1.squarespace.com/static/58ca467629687f05a707f2d3/t/58d8b9fdbe6594e2e04067f8/1490598402612/monza78.pdf
Ultima modifica di duvel il 19/11/2018, 23:21, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2089
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Niki » 19/11/2018, 23:10

Concordo. Mettere in mezzo la giustizia ordinaria è una ****** pazzesca, ancor più per il fatto che quella italica (non) funziona come (non) funziona.
Stessa cosa fecero per Senna. Ma te l'immagini? Con quelli della stradale a misurare le tracce con il metro.
Se succede qualcosa è c'è un responsabile vero e proprio, quello deve essere punito dalla giustizia sportiva. Poi, eventualmente, per casi particolari, il tutto può passare a quella ordinaria.
Ma in uno sport come l'automobilismo, a meno che un pilota vada deliberatamente addosso a qualcuno con l'intento di ammazzarlo, cosa ti vuoi giudicare!?
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da 330tr » 20/11/2018, 5:51

duvel ha scritto:Sarò sempre dell'idea che la Giustizia Ordinaria non dovrebbe intromettersi nell'automobilismo sportivo: è uno sport che comporta rischi ma nessuno è in pista per far male agli avversari, tanto meno allora.
Così come non fu comprensibile quel "gran giurì" di piloti che pretese di sostituirsi alla sempre decisionalmente assente FIA.
Ma se proprio si voleva cercare un responsabile a tutti i costi vi invito ad una riflessione leggendo passo per passo la sentenza in merito (se già non la conoscevate) tratta da Rombo dell'epoca, per il sottoscritto rimane assolutamente sconcertante.
Vergognoso poi, secondo me, aver prima frignato per la presunta ricerca a tutti i costi di un "capro espiatorio" condividendo seppur con qualche "se" una sentenza che scarica tale ruolo su James Hunt, basandosi su immagini tutt'altro che eloquenti :naughty:
Un capitolo da dimenticare :hand:
https://static1.squarespace.com/static/58ca467629687f05a707f2d3/t/58d8b9fdbe6594e2e04067f8/1490598402612/monza78.pdf


Grazie..che roba, da non crederci!! :shock: :shock:
In pratica, in base ad una foto di Autosprint e con testimonianze discordanti la colpa è di Hunt.
Follia pura.
In pratica Rastelli è giudicato colpevole per aver dato partenza irregolare, ma il suo start non ha cagionato danno diretto per cui innocente, mentre Patrese ha superato la riga bianca, considerata parte fuori pista, ma va ben così perché "prassi"...
Si fossero assolti tutti con altra formula, ma tirar in ballo Hunt..in una sentenza..da n.1 foto..
Non aggiungo altro.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da groovestar » 20/11/2018, 8:03

Lo ripeto sempre: lo sport non può essere territorio alieno alla giustizia ordinaria.

Se è vero che il pilota accetta un determinato numero di rischi consapevolmente (tipo correre con prototipi o parti sperimentali anche mal progettate) non si può soprassedere su negligenze macroscopiche che possono cagionare la morte di un concorrente.

Dare il via in violazione delle procedure (provocazione: indotto dal movimento della rossa di Gilles?) è una grave responsabilità, come lo era a Suzuka autorizzare l’ingresso nella pista di un mezzo pesante a gara in corso o come può esserlo un errato utilizzo delle bandiere.
Parimenti l’azione che viola le regole sportive e provoca la morte di un concorrente, deve essere analizzata.

I 3 processi più clamorosi avuti in Italia avevano come base una presunta manovra scorretta (Clark) un progettista che andava oltre i limiti della ragionevolezza (Rindt) ed una modifica malfatta (Senna, Fra tutti il caso più sfumato).

Anche negli Usa venne condotta una lunga inchiesta a seguito della morte del mitico Dale, e fu molto importante perché scagionò Simpson e pose l’accento sulla pratica di contravvenire alle prescrizioni del fornitore. In caso contrario, la simpson avrebbe dovuto risarcire la famiglia del pilota per negligenza.

A volte la morte di un pilota è fatalità, ma spesso alla base troviamo azioni superficiali o violazioni palesi di regole che avrebbero potuto evitare la tragedia.

Dare il via in anticipo è la causa scatenante che, unita alla conformazione del circuito, ha condotto all’incidente.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7519
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da Niki » 20/11/2018, 12:15

Se parli di Earnhardt ben gli sta. Il classico redneck (burino) americano che giocava a fare il cowboy senza paura che giudicava mezzi come l'Hans, roba da ragazzini senza palle. Questi tizi li conosco bene avendoci avuto a che fare per un certo periodo.
Villeneuve e Andretti in partenza si mossero prima, ora non ricordo se si mosse priam Gilles o il nasone, comunque dopo il movimento iniziale si fermarono. Altre volte c'erano state partenza con le auto che si muovevano, mai come quella di Monza come scritto nei post sopra.
Ma a guardare con gli occhi di oggi, la cosa allucinante sono i rail messi per chiudere il tratto della pista corta, credo sia quello. Una barriera assurda, che è quello poi dove picchiò Peterson, senza neanche gomme a fare da scudo all'esterno.
Per assurdo, se quella barriera non ci fosse stata, Peterson l'avrebbe sfangata.
E all'epoca se non ricordo male c'erano già barriere di gomme nei circuiti.
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da jackyickx » 20/11/2018, 16:02

Le immagini televisive mostrano la partenza della prima fila. Andretti si muove leggermente poi si ferma. Gilles si muove dopo Andretti . A quel punto sembra che sia dato il verde con Andretti un po' sorpreso dalla partenza e poi si vede il gruppo scorrere. A me il rientro di Patrese appare evidente.
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2075
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da Niki » 20/11/2018, 19:47

Se Patrese avesse continuato dritto, si sarebbe schiantato dove poi si è schiantato Peterson
Immagine
il riportatore seriale di notizie, l'orgoglione (cit.)
Avatar utente
Niki
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 14661
Iscritto il: 03/02/2004, 0:00

da groovestar » 21/11/2018, 8:21

A me pare di percepire che Andretti si fermi, mentre Gilles anticipi in modo abbastanza palese.
Non che fosse desueto all’epoca vedere griglie un po’ ammassate o lievi movimenti sulla piazzola.

In ogni caso quell’imbuto era mal progettato e forse avrebbero potuto prevedere meglio quel tipo di scenario montando protezioni più efficaci.

Occorre dire però che per gli standard dell’epoca, sarebbe stato difficile impedire un grave infortunio.

Certo che se si confronta la Lec incidentata a Silverstone con la Lotus di Ronnie, viene da dire che il telaio non fece al meglio il suo lavoro. Una vettura completamente sventrata era un dato impressionante e Ferrari aveva ben donde a vantarsi della sicurezza dei suoi mezzi
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7519
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 21/11/2018, 9:53

Niki ha scritto:Non ricordo se all'epoca oltre i commissari già esisteva la CEA e, se c'era, non penso fosse come quella che poi è diventata.
Tant'è che Hunt ad un certo punto ha tolto l'estintore di mano ad un commissario e ha diretto lui il getto verso Peterson.
...


In realtà, rivedendo il filmato, gli uomini di Monza furono esemplari. Pochi secondi dopo l'impatto erano già con gli estintori a tentare di spegnere l'incendio, e un plauso anche ai piloti che si gettarono tra le fiamme..
C'è da dire che le fiamme si esaurirono in fretta, tenendo conto che si partiva col pieno..Ronnie fu molto sfortunato DOPO, sotto i ferri..ma rivedendo le immagini 30 secondi o poco più dopo il crash era fuori. Non credo si potesse far di meglio

Dal min 14,30 circa, qui la gara completa in tedesco
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da holden75 » 26/11/2018, 9:36

Lo chiedo senza polemica: la foto in cui si vede Patrese davanti a Hunt perché non lo scagiona? Secondo me Patrese è responsabile nella misura in cui usa una parte di percorso vietata, ma anche Hunt, se avesse alzato il piede e tenuto la linea, non avrebbe impattato contro Peterson. Secondo me l’inglese si vide arrivare Patrese più veloce di lui (per via della partenza lanciata) e istintivamente anziché alzare il piede sterza quel tanto che basta a sinistra per toccare Peterson, forse giudicando male la posizione dello svedese rispetto a lui, proprio perché “impegnato” a controllare il padovano


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Avatar utente
holden75
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 70
Iscritto il: 02/01/2013, 14:44

da sundance76 » 02/06/2019, 21:02

La puntata di "Sfide" su RaiTre:

"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8408
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

Precedente

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 5 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 5 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 107 registrato il 24/10/2018, 16:41
  • Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti