CIRCUITO DI MONZA - ieri e oggi

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da sundance76 » 24/09/2009, 10:47

Io al massimo sono salito solo sulla parte finale della Sopraelevata, in corrispondenza della fine della Parabolica, un pò come tutti i tifosi.

Il rail in alto era arruginitissimo, e il fondo mi pareva fatto di cemento con brecciolini. Era divertente cercare di salire su, anche se in quel punto la pendenza non era massima (mentre l'intrepido Power ha fatto di meglio, per un selezionato "pubblico"..  8) ).

Sarebbe divertente andare a rivedere quei punti in disuso, come il resto della Sopraelevata, il raccordo Florio, che imponeva due curvette a 90 gradi e si correva tra due file di alberi.

Oppure nel film "Grand Prix" si vede un edificio tra la Curva Ascari (all'epoca il Vialone) e la Parabolica, però all'interno, tra i due rettilinei: cos'era?
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8456
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Powerslide » 24/09/2009, 11:27

[quote="sundance76"]
Oppure nel film "Grand Prix" si vede un edificio tra la Curva Ascari (all'epoca il Vialone) e la Parabolica, però all'interno, tra i due rettilinei: cos'era?
[/quote]

Dunque, all'epoca del film Grand Prix, la Curva Ascari era già così chiamata (e non era una variante). La Curva del Vialone era precedende e collegava il rettifilo che scendeva dal Serraglio al Viale Mirabello. Questo viale altro non è che il rettifilo parallelo a quello di ritorno, situato sulla sinistra guardando la Parabolica. Esiste ancora sebbene in pessime condizioni e chiuso al traffico. Tutto lo spazio di parco tra il rettifilo di ritorno e quello esterno che collega le due curve sopraelevate, da anni non è più parte dell'autodromo, ma del Comune o del Demanio. Da questo lo stato di abbandono  >:(

La costruzione che vedi nel film è all'altezza della curva del Serraglio (prima dell'Ascari, quindi) ed è ciò che resta della Cascina del Serraglio. E' di valore storico e fino ad una trentina d'anni fa era ancora abitata. Ovviamente sarebbe necessario e dovuto un adeguato restauro >:(
Purtroppo non ho trovato una foto da postare, ma su Google Maps (Autodromo Nazionale di Monza) è visibile.

In compenso ho trovato un sito che riporta numerose foto dei circuito Pirelli e Florio.

http://www.monzasport.it/piste_pirelli.htm
Ultima modifica di Powerslide il 24/09/2009, 14:30, modificato 1 volta in totale.
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6413
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da duvel » 26/02/2010, 1:23

Parte 1

Un paio di giorni fa, vista la bella giornata ed essendo libero da impegni, ricordando questo topic…via per l’Autodromo! Caricata la bici nel baule (mica vorrete farmi pedalare da Bergamo fino al parco  :asd:) e partenza
(Per confronto ho inserito qua e là alcune immagini da libri o da web, più qualche immagine personale un poco più vecchia)

Immagine Ingresso Vedano: da che io ricordi, almeno questo è ancora originale, o perlomeno mi pare….

Immagine Tribuna principale, restaurata ma in fondo  è sempre la stessa

Immagine se pensiamo a com’era il panorama un tempo, forse non sono l’unico a cui vien da piangere

Immagine ingresso variante Junior Immagine

Immagine  Immagineingresso e variante sopraelevata Nord: ora c’è ***** a tonnellate, ma negli anni d’oro era così  Immagine

Immagine Immagineingresso sopraelevata Nord
Immaginevista sul sottopasso
Immagine Immagine
Immagine uscita della sopraelevata Nord, dallo stesso punto  il rettifilo verso la sopraelevata Sud Immagine

Immagine dalla Sud guardando indietro verso la Nord, e ingresso della Sud Immagine
Variante ingresso sopraelevata Sud Immagine
Immagine ingresso della Sud Immagine
Immagine uscita sul rettifilo principale e, dallo stesso punto, voltandosi indietro Immagine

Immagine curvone Biassono: notare la via di fuga ottenuta con l’arretramento della pista verso l’interno

Immagine il ponte prima della Roggia cela ancora(sotto)  la forma originaria del pneumatico Dunlop Immagine…ma anche la successiva trasformazione in ponte Campari era spettacolare

Immagine Lesmo: niente più boschetto né tribuna, anche qua la pista venne spostata all’interno di una quindicina di metri per avere spazio si fuga, a metà anni 90.

Immagine  ImmagineCascina del Serraglio in prossimità dell’omonima piega: fino agli anni ottanta vi abitava un anziano signore che, nei sabato sera precedenti il GP,  se la prendeva con chi vagabondava a piedi  lungo il circuito (me compreso) minacciando di chiamare i Carabinieri, poveretto, non se lo filava quasi nessuno.
Ora la Cascina sembra disabitata però dietro c’è un recinto con animali

Immagine a lato della cascina, vista della sopraelevata Nord
Immagine sopra il tunnel
Immagine Immagine sul retro la Nord è usata come ripostiglio

Immagine giusto per la cronaca: qualcuno stava pure provando….
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2116
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da duvel » 26/02/2010, 1:24

Parte 2


Immagine ingresso ed uscita del tunnel Immagine
E via verso l’Ascari Immagine
Immagine anni luce fa, i vecchi gialli rails recitavano Agip F1 supermotoroil…

Immagine uscita Ascari (foto del 2007)

Immagine Immagine questo è esattamente il palo dove s’inchiodò la 72 del povero Rindt: anche gli altri pali non sono piantati perfettamente dritti al 100% ma questo, alla base, ha (o mantiene?) una piegatura anomala….
Immagine

Immagine dietro, oltre la Parabolica, la pista proseguiva verso la doppia curva di Vedano, che passava di qua Immagine oltre la sopraelevata Sud (visibile a sinistra) in una zona del Parco divenuta poi pubblica da dove, in tempi….portoghesi, si accedeva dai buchi nelle reti e arrampicandosi e calandosi con la corda dalla sopraelevata si arrivava al circuito. Sempre di qui passava, ancora più “anticamente”, la primissima sopraelevata.
Immagine qui la Vedano tornava nel rettifilo principale.

Immagine tra i due rettifili e all’interno della Parabolica, era un prato poi asfaltarono tutto…in primo piano le basi di cemento dei vecchi cartelloni pubblicitari

Immagine quante, delle immagini in azione in Parabolica che vediamo, furono scattate da questa tribunetta! Meno male l’hanno restaurata: era ormai marcia, soprattutto la scaletta

Immagine i gradoni in cemento posizionati nel ‘71

Immagine una delle due torrette contagiri “Pirelli”, restaurate negli ultimi anni. Questa è quella prima del traguardo.

In un certo senso… anche loro fanno parte dello scenario Monzese, sparsi qua e là per il circuito:
Immagine i vecchi chioschi ormai un po’ decrepiti e Immagine i temibili cessi….chiunque sia stato all’Autodromo sa di cosa parlo: quando entri, hai l’impressione che nessuno tiri più lo sciacquone dai tempi di Surtees. ‘na puzza…

Immagine il vialone pubblico all’esterno del rettilineo per la Parabolica, prima che questi venne costruito, era il rettilineo che conduceva alla curva Sud che immetteva al traguardo. Poco oltre la sua metà si trova l’innesto per il raccordo Florio Immagine Immagine Immagine
Il raccordo Florio verso l’anello di alta velocità Immagine e l’uscita sul rettifilo dell’anello Immagine Immagine
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2116
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da duvel » 26/02/2010, 1:25

Parte 3

Immagine uno dei sottopassi lungo il circuito, a prova d’allagamento (test F1 agosto 2007, dopo un nubifragio)

Immagine prima del curvone Biassono, ingresso del vecchio circuito Pirelli
Verso la curva del “Pirelli” Immagine
Immagine Immagine la curva, vista anche all’indietro Immagine
Immagine Immagine verso l’immissione al Vialone anche se, a quell’epoca, le nuove sopraelevate non esistevano ancora.

Il” villaggio”:
Immagine il museo dell’auto, da secoli desolatamente vuoto e occasionalmente usato per qualche esposizione.
Immagine il padiglione espositivo, momentaneamente (spero)  usato come deposito. Ricordo una delle primissime volte che venni qui, la bianca 917 Martini in esposizione, fresca vincitrice a Le Mans
Immagine molti ricorderanno questo luogo, davanti a questo Ristorante\bar c’era l’originale fontana circondata dai vari negozi: era un bell’angolino, spaccarono tutto anni fa e ora non so che altro stiano facendo.
Immagine beh, qualcosa è rimasto, anche se il panorama è decisamente cambiato (in peggio)
Immagine la rotonda per i modelli di velocità al pilone, usata molto raramente: mi è capitato qualche volta di vedere correre questi modelli e, a loro modo, sono impressionanti, vince chi registra i passaggi più veloci (nell’ordine di 340 – 350 Km\h !) e i partecipanti arrivano da tutta Europa. I modelli con motore a scoppio sono molto sofisticati e, al termine del rilevamento, per fermare tanta tecnologia si deve bloccare il carburante spostando una leva sopra al modello, tramite un “modernissimo” marchingegno a lato pista composto da una….scopa di saggina.

I vecchi garage Immagine Immagine

Immagine Immagine (divagazione: quanti CV avrà guadagnato Arturo, con quel coso sul cofano?)

Fino a qualche anno fa erano ancora così Immagine (foto del 2002)
Ora, come avete visto, stanno ultimando la ristrutturazione in uffici. La pavimentazione in porfido è per metà coperta dall’asfalto.

Immagine la palazzina Tagliabue (o almeno, io la chiamo così)

Per finire, un paio di graffiti Monzesi
Immagine Immagine
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2116
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da sundance76 » 26/02/2010, 7:34

Stupendo! Mi ci vorranno giorni per visionarle per bene!! Grazie mille Duvel!!!
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8456
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Andrew » 26/02/2010, 9:23

fantastiche!
Ma morire la scritta 12b anzichè 13 sui garage.. mwhahah =D
Immagine
Se mi vogliono sono così, di certo non posso cambiare
Perchè io, di sentire dei cavalli che mi spingono la schiena, ne ho bisogno come dell'aria che respiro
Avatar utente
Andrew
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 656
Iscritto il: 26/02/2007, 0:00
Località: Da qualche parte tra i grattacieli di Manhattan

da Die Mensch-Maschine » 26/02/2010, 12:02

[quote="duvel"]
mica vorrete farmi pedalare da Bergamo fino al parco  
[/quote]


E ritorno, ovviamente.  :asd:
Fine esteta und kampionen di raffinatezzen.
Avatar utente
Die Mensch-Maschine
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2627
Iscritto il: 17/09/2007, 23:00
Località: Avia Pervia

da Alberto49 » 26/02/2010, 12:28

Interessante video sulla 1000 km del 1969 durante la quale l'anello ad alta velocita' venne usato per l'ultima volta
Ero presente alla gara e vi assicuro che, a parte i sobbalzi dei prototipi a causa delle giunture del manto, sentire quei motori urlare era da brivido.... a parte il fatto che soprattutto nei primi giri il ritmo era quello di un GP
http://www.youtube.com/watch?v=qxkVy01wk3Q
Avatar utente
Alberto49
Rookie Driver
Rookie Driver
 
Messaggi: 11
Iscritto il: 20/02/2010, 14:28

da eddiesachs » 26/02/2010, 12:41

[quote="duvel"]

la rotonda per i modelli di velocità al pilone, usata molto raramente: mi è capitato qualche volta di vedere correre questi modelli e, a loro modo, sono impressionanti, vince chi registra i passaggi più veloci (nell’ordine di 340 – 350 Km\h !) e i partecipanti arrivano da tutta Europa. I modelli con motore a scoppio sono molto sofisticati e, al termine del rilevamento, per fermare tanta tecnologia si deve bloccare il carburante spostando una leva sopra al modello, tramite un “modernissimo” marchingegno a lato pista composto da una….scopa di saggina.

[/quote]

Grazie in anticipo duvel, per problemi di PC non ho ancora potuto vedere le foto.

Volevo solo far notare che la pista per gli automodelli è veramente notevole, una delle poche piste permanenti di questo tipo esistenti, non solo in Europa ma anche nel mondo  :o

Come forse ho già detto in qualche altro thread, questo tipo di automodelli (le cosiddette tether cars) nacque negli Stati Uniti negli anni trenta, ed ebbe la sua massima popolarità nel periodo 1940-1955.
In Europa, le tether cars si diffusero soprattutto in Inghilterra, all’incirca nello stesso arco di tempo.

Se volete saperne di più, ecco due link :

http://tethercar.com/

http://amrca.com/
eddiesachs
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 411
Iscritto il: 23/10/2008, 8:13

da jackyickx » 26/02/2010, 13:33

Lavoro fantastico duvel
grazie
:thumbup:
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2081
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da Powerslide » 26/02/2010, 13:44

Grazie di cuore duvel   :thumbup: anche se mi hai fatto venire il magone  :-[

Ma come era bella Monza prima che asfaltassero i prati della Parabolica, radessero al suolo il Villaggio, alzassero sbarramenti da lager, abbettessero box ed ingresso in pista e castrassero il tracciato   >:(
Io non accetto che per trovare l’effetto suolo si debba strisciare per terra. Secondo me è assurdo, è immorale da un punto di vista tecnico. (Mauro Forghieri)
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6413
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da duvel » 26/02/2010, 14:07

Mi fa piacere che abbiate gradito: quando ho tempo un giro al parco lo faccio sempre volentieri quindi, se qualcuno ha altre curiosità mi faccia sapere.
Alla prossima
Avatar utente
duvel
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2116
Iscritto il: 04/11/2007, 0:00
Località: Bergamo

da Uitko » 26/02/2010, 15:48

[quote="duvel"]
Mi fa piacere che abbiate gradito: quando ho tempo un giro al parco lo faccio sempre volentieri quindi, se qualcuno ha altre curiosità mi faccia sapere.
Alla prossima
[/quote]
Ma che spettacolo di fotografie! Grazie mille!  :thumbup:
Immagine
"Quando voglio andare più veloce non c'è bisogno che spinga. Basta che mi concentri un pò." (Jim Clark)
Avatar utente
Uitko
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 5047
Iscritto il: 15/12/2003, 0:00
Località: Zena

da jeanpierresarti » 26/02/2010, 16:44

confesso che io, dal retro della sopraelevata nord usato come ripostiglio, ho portato a casa una slick "vecchia"come ricordo. Ho fatto male? mi sembra nel 2007.
Una röda e un panìn (Arturo Merzario)
Avatar utente
jeanpierresarti
Formula 1
Formula 1
 
Messaggi: 1478
Iscritto il: 14/01/2010, 18:06

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale c’è 1 utente connesso :: 0 iscritti, 0 nascosti e 1 ospite (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite