Pagina 1 di 55

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 7:15
da Aviatore
Oggi sono 26 anni da Zolder 1982. Sei sempre nei nostri cuori, Gilles!

Immagine

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 7:50
da GTO
Oggi l'incidente..... la morte :cry: sarebbe domani (ore 15:25).... :oops:

Ciao "aviatore"!!!
http://www.youtube.com/watch?v=Ft706Y5O0VM

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 8:52
da guny
8 maggio 1982, ricordo quel giorno come se fosse accaduto ieri. Avevo 13 anni, vivevo a Brescia e giocavo a pallone in un squadretta del luogo. Quel giorno la mia squadra vince la partita e, miracolo dei miracoli, segno il gol decisivo. Torno a casa tutto felice, quasi avessi vinto la Coppa del Mondo, con la mia borsa a spalle, lieto di annunciare a mio padre quello che avevo fatto. Entro in casa, con il mega sorriso sulle labbra che solo un ragazzino puo' avere e sto per annunciargli l'evento quando me lo vedo davanti a me, pallido, con gli occhi lucidi. Sono perplesso, sto per chiedergli cosa fosse successo ma lui mi anticipa dicendomi, letteralmente: <<E' morto Gilles......>>. Incubo. Tristezza. Dimentico subito la partita e mi fiondo davanti alla TV, che trasmette milioni di volte le immagini dell'incidente. Gilles. Io e mio padre lo chiamavamo per nome perche' per noi non era uno dei piloti e forse non era nemmeno IL pilota: era un nostro amico, era qualcuno che noi volevamo essere ma che non ci saremmo mai riusciti. Sportivamente parlando, si intende, era il nostri idolo, l'inarrivabile. Era il coraggio, il talento, era puro spettacolo, era l'unico pilota della storia al quale ho perdonato gli errori (pochi), gli incidenti (tanti). L'unico. Pochi giorni dopo la morte, ricordo una trasmissione di Gianni Mina', forse si chiamava Blitz, che dedico' l'intera puntata a mostrare le gesta di Gilles; sublime, commovente. Alla fine del filmato, Mina', con la sua tipica retorica, dice: <<Signori, questo era Gilles Villeneuve>>. Scatta l'applauso, scatta la lacrima.

Dall'estate successiva, per molti anni, viaggiando in macchina con mio padre verso la casa in montagna a Pieve di Bono, prima dell'ingresso in una galleria, spostavo sempre lo sguardo verso una parete sulla quale, qualcuno, con lo spray, aveva scritto: <<Gilles VIVE !!!>>. Sono passati molti anni, quella scritta non c'e' piu', ma per quei quasi quarantenni come me, nati nel mito della Ferrari e di Villeneuve, quella frase vale e varra' per sempre: GILLES VIVE.

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 12:09
da Andrew
Immagine
Un'immagine vale più di mille parole :)

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 12:46
da sellix
salut gilles :(

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 13:10
da echoes
tanta tanta emozione, non so proprio cosa scrivere...

ciao gilles

Immagine

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 13:24
da guny
Butto li' alcune citazioni di e su Gilles........poi ditemi voi se non dobbiamo GILLESIZZARE tutti insieme........

« Lo chiamano Circo della Formula 1 e proprio come un circo si sposta di città in città, issa la sua tenda e fa spettacolo. Tra giochi di magie, belve e domatori il divertimento è sempre assicurato, così come il brivido che offrono gli artisti più spericolati quando tocca a loro salire sul filo teso nel vuoto e danzare.
Nell’estate del 1977 tra le tende della Formula 1 si affacciò un pilota dallo sguardo dolce e dal cuore impavido, salì sul filo con la sua Ferrari e per cinque anni lo percorse fra capriole e piroette.
Poi un giorno scese ed entrò nella leggenda… »
(da Sfide, programma televisivo di Rai Tre – Gli anni di Gilles Villeneuve, 2002)

« Se è vero che la vita di un essere umano è come un film, io ho avuto il privilegio di essere la comparsa, lo sceneggiatore, l'attore protagonista e il regista del mio modo di vivere. »
(Gilles Villeneuve)

« Il mio passato è pieno di dolore e di tristi ricordi: mio padre, mia madre, mio fratello e mio figlio. Ora quando mi guardo indietro vedo tutti quelli che ho amato. E tra loro vi è anche questo grande uomo, Gilles Villeneuve. Io gli volevo bene. »
(Enzo Ferrari)

« Gilles mi mancherà per due motivi. Primo, lui era il pilota più veloce della storia delle corse automobilistiche. Secondo, era l'uomo più genuino che abbia mai conosciuto. Ma lui non se n'è andato. La memoria di quello che ha fatto sarà sempre qui. »
(Jody Scheckter, ai funerali)

"Ha tentato un sorpasso impossibile, credo che si tratti di inesperienza, in quel posto, lo ripeto, è umanamente impossibile fare un sorpasso."
Clay Regazzoni, 1978

"Peccato solo che Gilles sia così forte, il pilota più veloce che ci sia attualmente in Formula uno! Ha commesso delle piccole ingenuità ad inizio campionato che gli hanno forse precluso la corsa al titolo ma debbo molto a lui, in quanto essendo un pilota veloce, ha contribuito moltissimo a far diventare la Ferrari più competitiva e quindi mi ha permesso di vincere il campionato del mondo."
Jody Scheckter, 1979

"Gilles Villeneuve mi è sempre piaciuto. Mi piaceva tutto di lui, anche se non condividevo i rischi che era solito correre. Era il tipo più pazzo che io abbia mai incontrato in Formula uno."
Niki Lauda, 1982

"Gilles è stato l'ultimo grande pilota. Il resto di noi è solo un gruppo di buoni professionisti."
Alain Prost, 1982

"Non penso alla morte, ma accetto il fatto che sia parte del gioco."
Gilles Villeneuve

"A Zolder è caduto il più grande artista della Formula 1."
Nestore Morosini, 1982

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 13:32
da gillesthegreat
ciao gilles io non ti ho mai visto correre, se non in video postumi, spezzoni di gare, cronache di AS dell'epoca, servizi, speciali, inserti, racconti del papà, ecc. ma allo stesso modo non posso non essere un po triste oggi.
CIAO GILLES

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 13:54
da Andrew
[quote=&quot;"guny"&quot;]
"Gilles è stato l'ultimo grande pilota. Il resto di noi è solo un gruppo di buoni professionisti."
Alain Prost, 1982
[/quote]
Bellissima questa :)

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 15:56
da Gilles
Bellissima ma decisamente falsa.

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 16:01
da Andrew
dipende dai punti di vista.. la definizione di "pilota" è troppo vaga secondo me, c'è chi pensa che il miglior pilota sia quello che programma la gara meglio, chi pensa sia quello che ha vinto di più, chi pensa sia quello che ha dato più spettacolo..
secondo me esistono diversi "miglior" piloti di sempre..

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 17:03
da Niki
[quote=&quot;"guny"&quot;]"Gilles Villeneuve mi è sempre piaciuto. Mi piaceva tutto di lui, anche se non condividevo i rischi che era solito correre. Era il tipo più pazzo che io abbia mai incontrato in Formula uno."
Niki Lauda, 1982[/quote]

Ovviamente Sua Immanità ha parlato senza peli sulla lingua, come al solito. Ammirare il pilota, non condividere i rischi inutili che prendeva e che gli sono costati la vita.

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 17:03
da Powerslide
Quel giorno non ero a Zolder, ero rimasto in fabbrica con un collega e tre meccanici per portare a termine un ciclo di resistenza dinamica di uno spinotto: sembrava ancora surdimensionato perchè proprio non aveva voglia di cedere e farci tornare a casa.
Feci segno di fermare il banco e mi tolsi le cuffie. Aprii la porta insonorizzata e sedetti alla scrivania per buttare giù gli ultimi appunti.
Suonò il telefono interno e per un attimo pensai che fossero arrivati i tempi di qualifica e che dall'ufficio accanto ce li volessero comunicare. Rispose il collega ed io alzai lo sguardo dal grafico.
Il collega sorridendo disse:"Dimmi", poi il sorriso svanì e la faccia divenne bianca. "Quando?! Come?"
Io gridai: "Chi?!"
Lui disse:"Gil" e non aggiunse altro, nè io glielo chiesi: gli occhi rossi e i pugni stretti parlavano da soli.

A me non piaceva per come trattava le macchine, senza alcun rispetto per la meccanica: ci soffrivo. Ma quello era l'unico difetto che gli riconoscevo in mezzo a tanti pregi. Sincero, leale fino a sembrare tonto. Qualsiasi cosa combinasse lo perdonavi perchè capivi che era in buona fede.
Forse gli mancava una rotella, forse non sarebbe mai diventato campione del mondo, forse non era dotato di una tecnica sopraffina. Di certo il più veloce e con un controllo del mezzo incredibile.

Anche io gli volevo bene. Tanto.

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 17:36
da Roberto82
sono nato nel febbraio 1982 e non ho mai visto correre Gilles in diretta (o forse si, chissà... ). Sono cresciuto però con il mito di "GIL", con mio padre che diceva sempre :"Ahhhhhhhh, se c'era Villeneuve sarebbe passato subito", "A villeneuve fregava poco di quello davanti, o passava o gli andava addosso". Un bambino appena sente frasi del genere non può che innamorarsi delle gesta di quell'uomo, delle sue sfide.
E a quanti di noi appena vedono una qualsiasi automobile (F1 o stradale) che cammina con una ruota forata non viene in mente Gilles su tre ruote in Olanda, o a Silverstone?

Ciao Gilles!!

Ciao Gilles

MessaggioInviato: 08/05/2008, 17:41
da sundance76
Grazie Power per la tua testimonianza. Nel bene e nel male ci fa sentire ancora più "vero" il caro Gilles...