Lorenzo BANDINI

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da nannimeli » 08/06/2018, 15:04

Carro avvocato, naturalmente tute le opinioni vanno rispettate e considerate, io non ho la verità in tasca e per la verità l'affeir Bandini era distante da fino a qunado non ho visto il video che fa da genesi a questa discussione, ero rimasto a quanto sostanzialmente dichiarato da Borsari nella sua intervista visibile su youtube che rispecchia quanto si disse e si scrisse all'epoca, cioè il testa coda di Bandini e lasua faticosa rincorsa che lo sfinisce privandolo della lucidità e reatività.

Vedendo il video mi sono sentito come uno che per 51 anni non ha capito una mazza perchè il video parla e parla chiaro almeno a chi vuole vedere e non parte da pensieri precostituiti.
in buona sostanza lei attribuisce all'assetto della 312 i problemi di Bandini ed al fatto che dai box spingono il pilota ad attaccare.

Non mi spiego però la strana traiettoria di Bandini all'uscita del tunnel tenuto conto che si deve essere spostato prima in quanto noi vediamo nel video solo l'uscita, era uso a quei tempi in caso di rallentamento per qualsivolgia motivo, alzare il braccio per segnalare a chi seguiva o altrimenti spostarsi dalla traiettoria come fa Lorenzo.
Bandini viene raggiunto e superato da Gurney con una Eagle V12 non certo più leggera della 312 ma si ferma subito dopo e Lorenzo inizia a girare come i primi ma con cira 6 secondi di ritardo, per decine di giri la 312 e costante come un orologio ma se avesse un assetto problematico come fa a girare in quei tempi?.

Che la Brabham fosse più leggera non ci piove, era un telaio Brabham bt11 della precedebte formula 1500cc.. ma qui il problema non e come guidava Hulme e capire l'arretramento di Bandini ed il suo successivo ritmo di gara.

Bandini spinto dai box? mah!! i tempi non dicono questo, Bandini fa molti giri in 1.30 basso e molti tra il 31 ed il 32, il suo giro più veloce e un 29.9 al giro 74 per poi tornare sopra 1,30 e addirittura un 32 al giro n.80 il giro prima dell'uscita e non sembra impegnato in un forcing disperato.
E bene poi ricordare che lo stile di Bandini non era quello di un pilota che guidava impccato, ricordo la definizione di Ferrari che lo definiva un pilota disinvolto, e tuute le volte che mi era capitato di vederlo in gara confermava questa definizione.

Franco Lini, messo da Ferrari alla direzione sportiva, non aveva l'esperienza pur avendo buona conoscenza del mondo delle corse ma da ottimo giornalista che e tutt'altro lavoro.
Molti sono gli enigmi non risolti di Maranello e Enzo Ferrari come molti sono i personaggi reticenti anche dopo la scomparsa di Ferrari, nessuno ha mai voluto dire la verità su certi argomenti, certo Ferrari aveva una forte personalità e sapeva usare la stampa a suo favore, Franco Lini non era il primo giornalsta ad essere promosso, Eraldo Sculati e Romolo Tavoni venivano dalla carta stampata e non erano tecnici come sarebbe stato logico.
Saper gestire la stampa assicurava a Ferrari una sorta di non belligeranza semplicemente evitando di scrivere argomenti delicati in una epoca in cui non esisteva il web, la TV aveva un solo canale e l'informazione sportiva veniva gestita da figure attente a non fare ombra a Ferrari.
Che c'entra tutto questo con il nostro argomento? beh!! le Ferrari non si rimpevano mai a meno che non esplodesse il motore davanti alla tribuna principale.
nannimeli
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 31/05/2018, 17:58

da groovestar » 08/06/2018, 15:22

Ma ditemi se sbaglio: Bandini viene superato con la bandiera gialla esposta?
Già questo dato non dovrebbe rappresentare una anomalia?
Nel 1967 era possibile il sorpasso con la bandiera gialla?

E se...vista appunto la situazione, si sia realizzata una concomitanza di eventi?
Ovvero: Bandini alza il piede e, nello stesso lasso di tempo, si palesa un problema meccanico che induce Lorenzo a spostarsi fuori traiettoria per non ostacolare gli avversari?

E se Bandini avesse poi trovato il modo di continuare la propria gara nonostante il problema tecnico, conscio del fatto che 100 giri a Montecarlo possono riservare sorprese?

E se ai Box, come giustamente detto, non avessero compreso (se non a tragedia avvenuta) l'esistenza di un problema tecnico?

E se il gesto delle mani alzate stesse a significare una resa motivata da difficoltà di natura tecnica?

O più semplicemente: e se non si fossero capiti fra pilota e muretto?

Sul dopo sono convinto che molte delle inesattezze (o falsità) che sono state dette, fossero dovute ad una sorta di processo di difesa del team Ferrari che, di certo, non aveva dimenticato le terribili vicissitudini legali e sportive vissute una decina di anni prima e, molto probabilmente, vi era il timore di poter finire nuovamente sotto accusa.

Del resto, cinicamente argomentando, i morti non possono parlare e 50 anni fa non vi era la possibilità - e forse nemmeno la voglia - di confutare gli assunti "ufficiali".

Ed in ogni caso, un pilota eroicamente perito e vinto dalla stanchezza di una gara massacrante e dai soccorsi carenti, non avrebbe sporcato la memoria di un campione quale Lorenzo, ma avrebbe forse alimentato il mito del pilota sfortunato che mai si arrese avanti alle avversità.
Di contro, un guasto meccanico responsabile della morte del miglior pilota italiano del decennio, beh forse avrebbe smosso nuovamente l'opinione pubblica, facendo tornare in auge gli interrogativi sul modus operandi del team di Maranello.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7633
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da leon_90 » 08/06/2018, 15:40

@avvocato ma quindi per te, alla fine di tutto, è stato l'errore umano a causare l'incidente? Perché dici che la faccenda non è spiegabile col guasto tecnico, mai dimostrato, ma neanche Lorenzo ha mai avuto collassi o cali, cronometrando regolarmente. Quindi per te ha semplicemente sbagliato? Un errore di traiettoria? Perché se ritieni che la macchina fosse perfettamente sana e il pilota lucido, non c'è altra spiegazione.

@groovestar che io ricordi la bandiera gialla indicava pericolo in pista, e suggeriva di diminuire l'andamento in quel tratto; nulla vietava il sorpasso però.
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 550
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da nannimeli » 08/06/2018, 15:53

Sulla bandiera non so rispondere e comunque come scritto se un pilota rallentava per qualsiasi motivo, alzava la mano, era una consuetudine in uso e tutti la rispettavano.

Sui misteri di Maranello? beh!! e interessante notare che ancora oggi alcuni blog rifiutano di pubblicare scritti inerenti ad episodi raccontati da chi ha un nome ed un cognome e che magari ha rilasciato dichiarazioni scomode a scrittori di libri che per la loro natura hanno avuto una diffusione limitata.

Piloti che gente scriveva Enzo Ferrari, costruttori che soggetti aggiungo, cosa pensare di un costruttore che dopo la morte di un suo pilota intreccia una relazione con la donna del pilota deceduto?.
Episodio raccontato da Romolo Tavoni in una sua intervista reperibile sul web.
nannimeli
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 31/05/2018, 17:58

da groovestar » 08/06/2018, 16:06

Pensare che erano tempi diversi, in cui la morte era presente e gli affetti potevano nascere.

Per il resto Ferrari fece sempre quanto in suo potere per difendere la sua azienda.
Ma anche per questo...erano altri tempi ed i piloti potevano morire.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7633
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da nannimeli » 08/06/2018, 16:41

Si, il pilota sapeva cosa rischiava anche se pensava che non succederà mai a lui ma certo se un pilota muore con una tua auto non e il modo migliore si rispettarne la memoria ed il sacrificio mettendosi con la sua ex.
nannimeli
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 31/05/2018, 17:58

da avvocato » 08/06/2018, 16:49

leon_90 ha scritto:@avvocato ma quindi per te, alla fine di tutto, è stato l'errore umano a causare l'incidente? Perché dici che la faccenda non è spiegabile col guasto tecnico, mai dimostrato, ma neanche Lorenzo ha mai avuto collassi o cali, cronometrando regolarmente. Quindi per te ha semplicemente sbagliato? Un errore di traiettoria? Perché se ritieni che la macchina fosse perfettamente sana e il pilota lucido, non c'è altra spiegazione.

@groovestar che io ricordi la bandiera gialla indicava pericolo in pista, e suggeriva di diminuire l'andamento in quel tratto; nulla vietava il sorpasso però.



Sì Leon, la opinione che mi sono fatto in questi anni è di un banalissimo errore umano dalle conseguenze catastrofiche. Ma l'errore è avvenuto nel punto più delicato della pista: facci caso, gli eventi avvengono sempre in luoghi che ne disvelano, in parte o completamente, il mistero.
Banalissimo errore umano di pochi centimetri tale da fargli toccare la cuspide Shell in maniera più accentuata e tale da determinare lo sbandamento fatale.
Ma perchè questo sarebbe avvenuto? Ma perchè soprattutto questo sarebbe avvenuto in chicane e non in altri luoghi della pista? Perchè Lorenzo era al limite, era inquieto, era forse esasperato da ciò che gli veniva comunicato e che non corrispondeva al vero.
Avatar utente
avvocato
GP2
GP2
 
Messaggi: 910
Iscritto il: 10/12/2014, 16:02

da leon_90 » 08/06/2018, 17:17

Capisco Avvocato. È pur vero che alle volte la soluzione più semplice è quella effettivamente corretta. Poi, come disse Ferrari, le tragedie nascono dalla consequenzialità di avvenimenti minori, di per sé banali e innocui se presi singolarmente. La loro concatenazione genera il dramma.

Io ammetto di continuare a essere ragionevolmente convinto che vi sia stato un problema al cambio. La testimonianza, dello spettatore, del giornalista inglese (parentesi, avevi ragione @Sun, trovammo anche la testimonianza ma era di un giornalista inglese, non di un lettore) e di Onassis, la fotografia che analizzammo tanto tempo fa con Lorenzo che fissava la leva proprio all'altezza della chicane (seppur dimostrammo essere in un giro antecedente all'incidente), la presenza della 'ghigliottina' che impediva i tagli di marcia, e che lo avrebbe costretto, in blocco di quarta, a reinserire la quinta in cui fu trovato, non potendo passare alla terza. Per me tutto torna in maniera naturale. Perché non lo dichiarò? Mah forse lo fece, con un segnale apposito e convenzionato, che dai box hanno convenientemente dimenticato di aver ricevuto (e Margherita magari non conosceva). Non sorprenderebbe. Magari perché semplicemente volle tenerlo per sé, ritenendo la segnalazione più un possibile impiccio che una potenziale soluzione al problema. D'altronde intendeva raggiungere Hulme, e anche col cambio salterino (ammettendo appunto che soffrisse di noie), ci stava riuscendo. Se si fosse fermato per farlo controllare avrebbe perso tutto, compreso il podio.
Ultima modifica di leon_90 il 08/06/2018, 17:23, modificato 2 volte in totale.
Immagine
Avatar utente
leon_90
Formula 3000
Formula 3000
 
Messaggi: 550
Iscritto il: 23/02/2015, 20:21
Località: Puglia

da Powerslide » 08/06/2018, 17:20

Ognuno ha il diritto di avere una sua opinione sui fatti.
Quello che posso dire è che in nessun altro posto si è fatta una simile ricerca sulla morte di Lorenzo.
Partendo da un filmato amatoriale e casuale, sembra di vivere l'atmosfera di Blow Up, con tanta buona volontà, impegno e intelligenza si è ricostruito lo scenario della tragedia, si sono fatte osservazioni, si sono ricreati luoghi e animazioni grafiche (nanni non ho capito bene il tuo invito a Gpx di fare un pezzo sulla morte di Bandini: forse non ti sei reso conto di dove sei capitato, forse ti è mancata anche la voglia di sfogliare le quasi 200 pagine scritte).
Al termine, anche se nulla è mai veramente terminato, di questa ricerca abbiamo descritto con ottima approssimazione la dinamica dell'incidente. Non abbiamo preso una posizione univoca sulle cause per il semplice fatto che con i dati in possesso è impossibile e velleitario trarre una conclusione.
Ognuno come dicevo ha le sue ipotesi, a mio avviso tutte possibili.

Un'ultima annotazione: anche nel 1967 una bandiera gialla proibsce il sorpasso ammenochè la vettura che precede non sia in chiara difficoltà.
Ora un rallentamento non indica ciò, anzi è proprio la gialla che potrebbe provocarlo. La gialla fissa era esposta nella postazione che precedeva il problema in cui veniva esposta la gialla agitata insieme, nel caso specifico, alla gialla-rossa che è sempre fissa e mai agitata.
L'osservazione che Hulme stia sorpassando in un momento in cui la manovra è vietata è corretta. Un altro interrogativo di quella maledetta giornata.

Sul fatto poi se Ferrari potesse o meno innamorarsi di Fiamma lascerei la cosa alle rivistine di basso gossip.
Avatar utente
Powerslide
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 6410
Iscritto il: 16/01/2007, 0:00

da groovestar » 08/06/2018, 17:45

Proprio la tua ultima osservazione mi motiva, in un certo senso, a pensare che Lorenzo si sia trovato in difficoltà ed abbia lasciato spazio ai suoi avversari.
Che non abbia segnalato può non essere indicativo: magari aveva ambedue le mani impegnate e non poteva fare gesti.
Un problema sull'inserimento di una marcia potrebbe spiegare una situazione simile.

Oltre alla arrendevolezza ed ai sorpassi patiti.
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7633
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da sundance76 » 09/06/2018, 8:14

leon_90 ha scritto:La testimonianza, dello spettatore, del giornalista inglese (parentesi, avevi ragione @Sun, trovammo anche la testimonianza ma era di un giornalista inglese, non di un lettore)


Grazie ;)
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8448
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da Mclaren7C » 09/06/2018, 8:41

Siamo a Monaco nel '65. Lorenzo è seguito dal compagno di squadra Surtees.
Immagine
Avatar utente
Mclaren7C
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2833
Iscritto il: 13/02/2006, 0:00
Località: Livorno

da 330tr » 09/06/2018, 8:52

Testimonianze..
Purtoppo difficilmente affidabili.
Già ne discutemmo, purtroppo ci sono fattori emozionali a distorcere le letture degli eventi.
Non siamo computer, ogni avvenimento vissuto è filtrato e letto dal nostro subconscio, memorizzato soggettivamente, continuamente rimodellato ad ogni richiamo alla memoria.
Poi la velocità degli avvenimenti è tale da sfuggire alla limitatezza organica dei nostri sensi.
Infine la stessa nostra sensibilità può essere erronea, gli occhi vedere cose non avvenute..ricordo di testimoni che videro gomme afflosciarsi e sospensioni cedere nel caso-Senna e via così.
Anche dati in sé reali, come il vedere il pilota più scomposto, possono portare a conclusioni erronee. Si videro alcuni piloti con la testa ciondolante (impressionante Piquet nell'82 in Brasile), ma non per stanchezza in sé, piuttosto per sfinimento dei muscoli del collo, con appoggio del casco sul bordo del cockpit. Ecco che un Bandini dolorante dopo 80 giri può essere visto come "finito" perché non aveva più una posizione perfetta.
Oppure un Forghieri così autoconvintosi di una tesi da riconoscere un Bandini stravolto prima dello schianto in una foto delle prove nelle mattine precedenti...

C'è da dire nuovamente che rimango impressionato ogni volta nel vedere come nel film Grand Prix esistano possibili similitudini con i fatti avvenuti l'anno successivo, ad esempio i problemi al cambio, la fermata del pilota e la sua subitanea ricacciata in pista da parte della squadra.
Anche con piccoli problemi al cambio, che avrebbe potuto fare la squadra? Bandini vide il film e si immedesimò nel personaggio? Non volle rivelare i salti del cambio in quanto poco influenti? Non ebbe alcun problema al cambio, e tutte le nostre supposizioni nascono da testimonianze falsate dalla visione del film e nostre uguali suggestioni?

Ancora, purtoppo, la risposta non l'abbiamo..
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4290
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da nannimeli » 09/06/2018, 15:38

Confesso che non ho avuto il tempo per leggere le 200 pagine della sezione Bandini, ma in realtà era mio intendimento riaprire il caso partendo da zero, cioè dal video apparso su Yuortube qualche mese fà e mai visto in precedenza, video che smentisce decenni di convinzioni ed opinioni favorite da testimonianze e dichiarazioni del tutto false, ho già citato quelle ad esempio di Borsari, il video mi ha come risvegliato da un lungo sonno e mi ha permesso di ragionare su quanto all'epoca accaduto, ho così voluto tentare un nuovo assalto tecnico al caso con lìaiuto della cronologia tempi del GP.

Invito per tanto chi volesse dialogare a mettere da parte vecchi convincimenti e commentare quanto si vede nel sudetto video che ribadisco parla e parla chiaro con l'ausilio del cronologico tempi che come si sa i numeri non sono opinioni.

Voglio quindi tentare ancora un assalto tecnico alla questione che se non chiarisce definitivamente la causa dell'uscita di Bandini penso ci si avvicini molto di più di quanto detto e scritto in 50 anni.

Al via, considerato i tempi delle prove, si può ipotizzare un tempo medio di 1,30-1,31 per la gara, partenza da fermo, Bandini sulla salita del casinò sembra potersi staccare agevolmente ma al secondo giro nella discesa dopo il casinò viene raggiunto da chi lo segue, guardando i tempi si vede che questi si alzano drammaticamente di 15-20 secondi per ia della pista sporca di olio, Bandini forse per esserci arrivato per primo rallenta per non rischiare ma anche perchè in quel punto, la vecchia stazione se si sta in traiettoria non passa nessuno.

All'uscita del Portier e ancora in testa ed a questo punto conta la trazione e la potenza che esprime il motore, sotto iltunnel non si vedono le bandiere della chicane ed i commissari all'epoca non sono in collegamento tra di loro.

All'uscita del tunnel la 312 e palesemente fuori traiettoria e più lenta al punto che Hulme passa agevolmente con 70 cv in meno,, invece di spostarsi a dx per tagliare la chicane Bandini resta in mezzo alla pista verso sx e quel che e incomprensibile affronta la chicane con questa traietttoria che lo costringe a frenare molto prima tantè che all'uscita sempre dalla chicane anche Stewart lo passa.

Generalmente quando un pilota più veloce ti passa, si cerca di seguirlo per vedere dove mette le ruote, Bandini non riesce a seguire i primi due e perde terreno anche se adesso ha un punto di riferimento da seguire davanti a lui.

Se si osserva bene il video, si vedrà che anche al terzo giro bandini affronta la chicane come il giro precedente cioè stando all'interno della chicane invece di tagliare da dx a sx uscendo di nuovo piano e permettendo a Gurney di superarlo, sembra ci siano dei problemi nell'affrontare la chicane perchè? forse freni? forse assetto in frenata? cambio problematico quando si deve scendere con le marce dalla 5?.

Forghieri dirà, macchina pesante e difficile, ma forse che il dinosauro Cooper maserati, la Honda V12 con il motore più pesante di tutti e la Eagle WeSlasKe V12 pesano meno? e di certo non hanno quella strana traiettoria alla chicane.

Ora Bandini inizia lentamente a scendere nei tempi fino a circa giro 20 dove gira praticamente come il primo, forse Santa Devota ha messo a posto l'assetto della 312?

Bandini continua con regolarità e costanza nei tempi di Hulme e fa il suo giro più veloce in 29,9 mentre Hulme fa il suo in 29,8, si può ancora parlare di assetto e auto pesante e inguidabile?.

Vengo adesso a quello che non si vede, cioè la presunta stanchezza del pilota, sanco, cotto, in bambola, avvilito, incapace di reagire, sembra che si stia parlando di uno che il giorno prima lavorava in un agriturismo e messo alla guida della 312,, questop si e sentito per 50 anni, ma scherziamo?, un pilota con anni di esperienza in tutte le categorie,un pilota che ha corso e vinto nelle grandi classiche di durata come Le Mans, varie mille km, Targa Florio che non regge alla fatica di guidare? e mai credibile?
oltretutto non si può prescindere dal suo stile simile ad un Prost, veloce e composto e mai impiccato.

Ruolo del box Ferrari, beh!! qui ho dovuto leggere autentiche amenità (non me ne voglia Avvocato) Hulme sta sul ***** alla Ferrari perchè non ha il physique du role che dovrebbe avere un pilota in F1 e rozzo ed incolto, come si permette di stare davanti alla Ferrari? verrebbe intimato a Bandini di raggiungerlo e fargli vedere gli scarchi della 312, ma ancora una volta i tempi non dicono questo, Lorenzo continua con il suo ritmo ed anzi al giro 80 e due secondi più alto del solito.

Decide allora di fare la chicane in 5 per guadagnare qualche secondo?.

Concludo scrivendo che e abbastanza chiaro che Lorenzo a problemi alla sua 312 in particolare nell'affrontare la chicane,chi legge può fare le sue considerazioni, tutto il resto e storia.
nannimeli
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 78
Iscritto il: 31/05/2018, 17:58

da 330tr » 09/06/2018, 17:14

Ciao, se avessi "vissuto" con noi i mesi febbrili a capire che accadde quel dì, difficilmente chiederesti di ripartire daccapo!!
Uno dei nostri più grandi peccati (parlo a nome mio ma credo di tutti gli utenti coinvolti) è stato di non aver saputo trovare un sunto, creare un file, un sottosito, un libro...con l'enorme mole di materiale recuperato.
Costantemente a rischio scomparsa, difficilmente apprezzabile da nuovi utenti.
Mi cospargo di cenere il capo per primo, tentai all'epoca di salvare pagina per pagina per creare una sorta di discussione "depurata", ma l'impresa è ciclopica, e mollai tutto..

Ti posso girare il punto della discussione in cui grossomodo scoprimmo l'esistenza del film della gara, e le nostre considerazioni

http://www.gpx.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=1505&start=2265

Un altro punto da te già toccato è stata la "malinformazione" del filmato dell'incidente. Si tratta di un "taglia e cuci" da porzione di giri precedenti e filmato del crash, visto che la telecamera non stava seguendo la Ferrari alla chicane, ma si orientò a riprendere i momenti dell'incidente.

Passammo dei mesi a cercare di ricostruire le fasi dell'incidente, ed entrammo in maniera stupefacente in possesso di un filmato alta qualità 8mm amatoriale esaminato in maniera enormemente approfondita, da cui ricavai, con una fatica indescrivibile e il sostegno di tutti gli amici di GPX una ricostruzione credo piuttosto fedele. Qui sotto il risultato della ricostruzione mixato con il filmato a colori della ABC.

Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4290
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 6 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 6 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti