Ignazio Giunti

Aneddoti, immagini, informazioni inerenti le vecchie stagioni

da sundance76 » 09/12/2016, 14:53

Siete fantastici, l'ennesimo thread da collezione!
Bentornato Power!!
"Chi cerca di conoscere il passato capirà sempre meglio degli altri il presente e il futuro, e non soltanto nel nostro piccolo mondo di effimere quanto amate frenesie corsaiole." G. C.

https://www.youtube.com/watch?v=ygd67cDAmDI
Avatar utente
sundance76
Global Moderator
Global Moderator
 
Messaggi: 8409
Iscritto il: 21/05/2006, 23:00
Località: Isola d'Ischia

da eddiesachs » 09/12/2016, 15:16

002.jpg
002.jpg (473.39 KiB) Osservato 4837 volte
Ecco la foto del relitto della Matra 660 di Beltoise dopo il rientro in Francia (foto tratta da "Matra - la saga 1965-1982" di José Rosinski, ed. E.T.A.I. 1997).
eddiesachs
Formula 2
Formula 2
 
Messaggi: 410
Iscritto il: 23/10/2008, 8:13

da 330tr » 09/12/2016, 17:42

Baldi ha scritto:Volevo chiedere una cosa riferita alla simulazione.
Ed in particolare sulla "dinamica"

Se la ricostruzione, tenendo conto delle velocità, delle traiettorie e delle masse delle vetture in gioco, può trovare giovamento e conferma anche della posizione della Matra al termine dell'incidente.

Immagine

Cioè se la ricostruzione porta ad avere infine la Matra laddove è effettivamente finita dopo l'impatto.
Anche come prova della attendibilità della dinamica stessa.


Beh sì, in realtà ho fatto il percorso inverso. Devo premettere che la ricostruzione è puramente visiva, a fotogrammi e posizionamenti relativi, non ho usato masse e softwarini per calcoli dinamici come per Bandini: ho usato proprio questa foto per imporre il posizionamento finale della Matra. Nella ricostruzione in realtà avevo imposto un 360+90 gradi di rotazione della Matra dopo il botto e così è rimasto..ma penso abbia girato solo a 90 gradi, e comunque non ho proceduto oltre col rendering. Dopo si vedrebbe la 312 disegnare un arco, portandosi prima verso destra, infine verso sinistra fermandosi presso la linea del traguardo lasciando una lingua di fiamma sull'asfalto. La Matra ha perduto solo la ruota posteriore sinistra, staccatasi.
Mi viene da pensare alla violenza dell'impatto, ma anche a come la sicurezza si sia evoluta enormemente.
Mi ricorda vagamente il crash di Lamy a Imola '94, ma in quel caso, essendo una F1, volarono le ruote, svincolandosi, e quindi si dissipò moltissimo l'urto; la vettura continuò a lungo la corsa impazzita ma sempre in linea retta, come se la massa della vettura in velocità non sentisse nemmeno la forza d'attrito della parte "ripulita" dall'urto. Ricorda invece moltissimo il crash di Gidley a Daytona 5/6 anni fa, credo molto simile come dinamica, vettura in velocità contro macchina ferma in pista; forse ancor peggio per violenza quello di Gidley, uscito un po' malconcio ma vivo e vegeto. Al giorno d'oggi Giunti si sarebbe salvato.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Baldi » 10/12/2016, 13:45

Se non ricordo male anche Fisichella in Belgio ebbe un incidente abbastanza similare, anche se la vettura davanti in realtà stava procedendo...

https://www.youtube.com/watch?v=tnv2tctXkA8
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10493
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da groovestar » 10/12/2016, 14:38

No ti confondi con Schumacher...

Probabilmente anche i sistemi di sicurezza che gli odierni piloti devono indossare, avrebbero potuto fare la differenza.
L'hans sicuramente e, forse, anche degli attacchi migliori per le cinture di sicurezza che, proprio in quegli anni, venivano per le primissime volte installate.

Ma ciò posto, da un paio di giorni mi balena un dubbio: cosa sarebbe accaduto se, invece di Beltoise, ci fossero stati i commissari impegnati a spostare la vettura?
Ipotizziamo che JPB sia stato allontanato dagli steward. Avrebbero spostato la vettura verso il margine destro della pista?
Avrebbero cercato di portare la vettura ai box?
Come si sarebbero comportati i piloti in pista?
Avatar utente
groovestar
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 7519
Iscritto il: 09/03/2004, 0:00

da 330tr » 10/12/2016, 14:57

Innanzitutto un solo tizio con bandiera gialla fa poco o niente, mi indica un pericolo generico.
C'è sul tubo ad es un GP di Brands Hatch 1972, credo, con una vettura schiantata a centro pista dopo un curvone. Intervengono numerosi commissari di pista con bandiere, e "dirigono" il traffico, indicando dove dirigersi ai piloti. La scena fa impressione, perché, nonostante tutti gli sforzi, si capisce che i piloti sono COMUNQUE IN GARA, continua la corsa, sono in piena bagarre, e chi frena meno quindi può magari approfittare e guadagnare qualcosa..ecco che si capisce perché quella bandierina non faceva di certo alzare il piede, nel 1971...
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Luca 74 » 11/12/2016, 19:10

sicuramente, anzi sembra sbandierare qualcosa di poco importante, e' dal numero di Marshall e dalla loro frenesia che si intuisce il livello di pericolo, penso soprattutto a quel tempo fossero tenuti moolto in considerazione

mi stavo riguardando tutto il tread e ho notato che nel filmato postato da 330tr "1971
a " :
- si vede che inizia con Beltoise che spinge in centro alla pista,( la ripresa sembra qualche decina di metri fuori il tornante e quindi tutta la manovra parte da li) poi la macchina prende inerzia e lui e' costretto a rincorrerla quasi e a correggere con il volante finendo tutto a sinistra, sembra che ci sia una discesa o un avvallamento prima che la pista riprenda a salire .. (?) oppure aveva la pompa della benzina accesa come avevo letto da qualche parte ? pero' in quel caso sarebbe saltato su al volo credo..

ditemi se sbaglio ma guardando poi le traiettorie evidenziate qualche post più avanti, ottimo lavoro peraltro, mi sembra di notare che Giunti o corregge all'ultimo la traiettoria finendo per sbattere o gli allarga la macchina in sottosterzo ( giusto ' ) ? .. no perché se il punto in questione fosse all'apice di un dosso sarebbe un punto difficile dove si scompenserebbe anche l'assetto..
Avatar utente
Luca 74
Formula Renault
Formula Renault
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 30/10/2014, 14:23

da 330tr » 11/12/2016, 20:26

Luca 74 ha scritto:- si vede che inizia con Beltoise che spinge in centro alla pista,( la ripresa sembra qualche decina di metri fuori il tornante e quindi tutta la manovra parte da li)


Qui il percorso completo delle riprese riportate nella loro giusta dimensione:

Immagine
In realtà il tornantino è bene indietro, le vetture son già in velocità

Luca 74 ha scritto:
.. poi la macchina prende inerzia e lui e' costretto a rincorrerla quasi e a correggere con il volante finendo tutto a sinistra, sembra che ci sia una discesa o un avvallamento prima che la pista riprenda a salire .. (?) oppure aveva la pompa della benzina accesa come avevo letto da qualche parte ? pero' in quel caso sarebbe saltato su al volo credo..


Io non credo che ci fosse chissà che discesa, né che il motore fosse acceso. Credo invece che Beltoise spingesse a manetta in salita, ma che il banking traversalmente offrisse un tratto di pianura, se sfruttata la pista in diagonale.
Ragioniamo: quel prototipo pesava poco più di una vecchia fiat 500. Mai provato a spingerla? Io sì, anche in salita potente. In pianura con una spinta normale la fai viaggiare..

Luca 74 ha scritto:..ditemi se sbaglio ma guardando poi le traiettorie evidenziate qualche post più avanti, ottimo lavoro peraltro, mi sembra di notare che Giunti o corregge all'ultimo la traiettoria finendo per sbattere o gli allarga la macchina in sottosterzo ( giusto ' ) ? .. no perché se il punto in questione fosse all'apice di un dosso sarebbe un punto difficile dove si scompenserebbe anche l'assetto..


Tutto è possibile. Certo che la curva era ad ampissimo raggio, poco meno che un rettilineo...per avere sottosterzo lì...io non scarterei ancora l'ipotesi aerodinamica, ad esempio.

In quel punto non credo ci fossero dossi, mi pare la pista fosse abbastanza livellata.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Luca 74 » 12/12/2016, 9:31

hai ragione era molto piu avanti

lo avuta anch'io la 500, bianca.., c**°o non immaginavo fossero cosi leggeri i prototipi ! dovrei cercare nei libri che ho a casa ma mi sento piuttosto sicuro di avere letto che la matra aveva un dispositivo supplementare forse elettrico che faceva girare la pompa della benzina e che lui la attivo' nella speranza che ripartisse, cerchero' stasera.

Mi sono spiegato male io, intendevo che la salita finisse in quel tragico punto per tornare a livello subito dopo, ( esempio in 2a di Lesmo c'è un avvallamento poco visibile ad occhio nudo che spesso scompensa l'anteriore, in questo caso della moto ) a centro curva che abbiamo discusso anche con Beat che ci fosse una salita e di come si potesse scorgere o meno la macchina, adesso ditemi se dico una caz**ta io non ho esperienza in merito di guida dell'auto ma credo che specialmente allora le macchine per portarle al limite le si guidava facendole " scivolare ", mi sarei aspettato che dinamicamente centrasse la Matra almeno dalla fiancata verso la coda e non di muso, ma ripeto posso sbagliarmi completamente. Concordo con la tua opinione di disturbo aerodinamico, ma appena parkes si butta all'interno un pilota bravissimo come Giunti avrebbe dovuto stringere automaticamente la corda della curva, li ha avuto un imprevisto o un disturbo come dici te
Avatar utente
Luca 74
Formula Renault
Formula Renault
 
Messaggi: 150
Iscritto il: 30/10/2014, 14:23

da 330tr » 12/12/2016, 9:53

La fiat 500 pesava 530 kg, la Ferrari 312pb 580... In realtà la Matra M660 era sui 700 kg.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da 330tr » 06/01/2017, 10:14

330tr ha scritto: La foto di Beltoise senza casco che cammina con lo sguardo vuoto mentre un fotografo in fin di vita giace a terra mi ha sempre ricordato un dipinto di una forza maestosa, una scena mitologica e drammatica che poteva essere frutto del gesto di un maestro tardo rinascimentale, tipo il Tintoretto; il sopravissuto, il colpevole incapace ancora di capire gli effetti del suo gesto, mentre la morte aleggia attorno a sé, risparmiandolo affinché possa macerarsi e tormentarsi per tutta la vita..


Tintoretto-Beltoise.jpg
Tintoretto-Beltoise.jpg (126.16 KiB) Osservato 4266 volte
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

da Baldi » 06/01/2017, 11:17

:clap: :clap: :clap:
Avatar utente
Baldi
Administrator
Administrator
 
Messaggi: 10493
Iscritto il: 10/01/2004, 0:00

da jackyickx » 09/01/2017, 17:01

E domani sono 46 anni...
Qui è alla sua seconda gara in F1 a Clermont Ferrand.
Allegati
1970fra11giunti.jpg
1970fra11giunti.jpg (126.6 KiB) Osservato 4082 volte
Avatar utente
jackyickx
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 2075
Iscritto il: 06/10/2006, 23:00
Località: chieti

da mike_cek » 10/01/2017, 22:07

Rip Ignazio, oggi sono 46 anni che ci hai lasciato
mike_cek
Go-Kart
Go-Kart
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 10/04/2005, 23:00
Località: Treviso

da 330tr » 11/01/2017, 4:50

Qui un articolo di FP con interventi di Merzario, che vanno ad ampliare il quadro già dipinto nelle pagine precedenti.
Avatar utente
330tr
Team Manager
Team Manager
 
Messaggi: 4241
Iscritto il: 22/02/2010, 18:27
Località: Brescia

PrecedenteProssimo

Torna a Formula 1 Storica

  • Messaggi recenti
  • Messaggi senza risposta
  • Chi c’è in linea
  • In totale ci sono 4 utenti connessi :: 0 iscritti, 0 nascosti e 4 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
  • Record di utenti connessi: 142 registrato il 22/08/2019, 13:04
  • Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti